gi 10 punti in rimonta. Milan, quanti punti persi nelle prime 12…


Pausa delle Nazionali. Sinonimo di riposo e riflessione per gli allenatori di A. Una decina di giorni per ricaricare le pile e tirare le somme di queste prime 12 uscite stagionali. C’ chi, come Allegri, pu dormire sonni tranquilli e godersi la partenza da record dei suoi. E chi, come Ancelotti, costretto a studiare tecniche di inseguimento. Sei punti di fuga bianconera e lo scontro diretto perso allo Stadium tormentano le notti di Carletto che pu, per, consolarsi con un dato che rispecchia una forte componente caratteriale della sua squadra: 10 dei 28 punti del Napoli sono arrivati grazie a rimonte. record in Serie A, solo il Dortmund (13 punti) e il Barcellona (12) hanno fatto meglio in Europa in questa speciale “disciplina”.

Carlo Ancelotti con il figlio Davide. LaPresse

Carlo Ancelotti con il figlio Davide. LaPresse

Le vittorie con Lazio e Milan, il pareggio con la Roma e il ribaltone nell’acquitrino di Marassi confermano il trend di una squadra che sa reagire alle difficolt, marchio di fabbrica della gestione Sarri: il tecnico toscano, infatti, l’anno scorso ha “recuperato” la bellezza di 25 punti a fine campionato. E le nove reti segnate negli ultimi 15′ dal Napoli nelle prime dodici non fanno altro che certificare l’ottimo stato di forma di Hamsik e compagni.


napoli a due facce
Nelle remuntade azzurre c’ sempre lo zampino dei gol e degli assist di Mertens. Il belga l’uomo-simbolo della rotazione ancelottiana, unica scelta di rottura rispetto al sarrismo in salsa napoletana: i partenopei sono andati a segno gi 7 volte con la panchina; la Juventus delle riserve di lusso, per intenderci, a quota 3. Una statistica che compensa un altro record, questa volta negativo: 6 gol su 13 subiti nei primi 30 minuti di gioco. Un Napoli a due facce che deve fare tesoro di questo primo scorcio di campionato per evitare brutte sorprese pi avanti, quando le energie fisiche e mentali, complici gli impegni europei ravvicinati, potrebbero incominciare a venire meno e le rimonte farsi pi difficili.

Rimontati
Per il Milan di Gattuso questa pausa coincisa con la conferma del lungo stop di Bonaventura e dell’infortunio muscolare di Romagnoli. Proprio il difensore azzurro ha marchiato a fuoco due vittorie fondamentali contro Genoa e Udinese, che assieme al 2-1 di Cutrone contro la Roma fanno 9 punti conquistati all’ultimo respiro. Ma il tabellino dei rossoneri segna anche 7 punti persi da situazione di vantaggio: i due pareggi agguantati da Atalanta ed Empoli e il 3-2 del San Paolo pesano come macigni in ottica quarto posto. Ma c’ chi ha fatto peggio: il Genoa di Ballardini prima e di Juric poi si fatto recuperare in cinque occasioni, nei k.o. con Sassuolo, Parma e Napoli e nel 2-2 casalingo con l’Udinese per ben due volte. In tutto fanno 11 punti persi. Un bottino dilapidato che avrebbe consentito ai rossobl di contendersi la zona Champions a questo punto dell’anno. Riuscir il derby della Lanterna a far tornare il sorriso ai tifosi del Grifone?

 Matteo Zorzoli 

© riproduzione riservata




Link ufficiale: gazzetta.it