gli effetti del Ciclone in agguato sullo Ionio


Saranno condizioni meteo decisamente anomale quelle che interesseranno nelle prossime ore l’Italia: mentre al centro nord avremo bel tempo diffuso, l’estremo sud dell’Italia, e in particolare in Calabria e in Sicilia, potremo assistere a instabilità diffusa dove nuvole si alterneranno a improvvise piogge accompagnate da venti forti o burrascosi. Tutta colpa del Medicane, il piccolo ma intenso ciclone mediterraneo che si è formato sul Mar Ionio con venti fino a 160 km/h e che lambirà anche le coste italiane. Fortunatamente la traiettoria dell’intenso  fenomeno  atmosferico sembra voler risparmiare  gran parte della Penisola dirigendosi verso il mare Egeo e le coste greche e di Cipro dove nelle prossime ore  potrebbe dare vita episodio di maltempo di inedita violenza per queste zone del Mediterraneo.

Nel dettaglio quindi la giornata di venerdì si presenterà con bel tempo e cielo soleggiato in gran parte delle regioni cento settentrionali italiane a parte qualche nuvola che si affaccerà sulle Alpi solo in serata. Al sud invece si prevedono temporanei annuvolamenti nel corso del giorno, in particolare tra Campania, Puglia e Basilicata, che però si riveleranno innocui e senza pioggia. Nuvole molto più diffuse invece sin dal mattino in Calabria e Sicilia, in particolare sui versanti ionici dove nell’arco della giornata è attesa la pioggia e soprattutto venti intensi . Dopo il sensibile calo termico dei giorni scorsi , le temperature invece torneranno a salire superando anche le medie stagionali al centro nord

Per la giornata di sabato invece  è atteso un nuovo calo termico ad iniziare dalle regioni centrosettentrionali e in estensione al resto del Paese, a causa dell’arrivo di aria più fredda dai Balcani che domenica si estenderà a gran parte dell’Italia. La giornata sarà comunque caratterizzata da sole prevalente ovunque a parte qualche locale annuvolamento sulla Alpi e le sporadiche piogge che insisteranno al mattino ancora sulla  Calabria, effetto residuo del Medicane che però si sposterà nel corso del weekend verso la Grecia. Infine in attenuazione ma ancora forti i venti sul basso Ionio.


Link ufficiale: https://www.fanpage.it/feed/