gol di Bernat, Neymar e Milner (rigore)


L’esultanza di Neymar dopo il gol segnato ad Alisson. Epa

L’esultanza di Neymar dopo il gol segnato ad Alisson. Epa

Tre punti cruciali che rimettono il Psg in corsa verso gli ottavi. Il Liverpool esce sconfitto 2-1 dal Parc des Princes e ora in casa contro il Napoli si preannuncia una vera e propria sfida a eliminazione diretta per il passaggio del turno. Il Gruppo C emetter tutti i suoi verdetti nei 90’ finali con tre squadre in corsa per due posti.

AVVIO SPRINT
All’artiglieria pesante dei Reds, col solito tridente Salah-Man-Firmino, Tuchel risponde spedendo in campo tutti assieme Di Maria, Mbapp, Cavani e Neymar. Un Parc des Princes caldissimo sospinge i padroni di casa, nei minuti iniziali Alisson disinnesca prima un sinistro velenoso di Di Maria poi blocca un tiro centrale di Mbapp al termine di un’azione ben costruita con Neymar. Arriva il 13’ e il Psg gi avanti: azione avviata da Verratti, Mbapp propizia un intervento imperfetto di van Dijk su cui non si fa pregare Bernat, abile a controllare di sinistro e a battere Alisson di destro. Per l’ex Bayern secondo gol in Champions League (zero in Ligue 1 in 7 partite) dopo quello contro il Napoli al San Paolo. I ritmi dei francesi restano alti, al 37’ i tenori offensivi confezionano un’azione che mette Cavani solo davanti ad Alisson, che si salva sul tentativo ravvicinato, ma non pu nulla sul tap-in di Neymar. Con il raddoppio per Tuchel il match sembra gi sui binari giusti eppure proprio al 45’ un folle intervento di Di Maria in scivolata falcia Man in area: dal dischetto Milner spiazza Buffon.


SECONDO TEMPO
Nella ripresa i ritmi restano alti, sale la tensione con il verdetto che resta in bilico. Meno occasioni rispetto alla prima frazione, al 47’ Marquinhos insacca di testa, ma viene fermato per offside. Il brasiliano venti minuti dopo ci prova ancora con un’inzuccata, stavolta Alisson c’ e respinge. Klopp si gioca le carte Keita e Shaqiri, il Psg impreciso in alcune ripartenze e manca il tris almeno in un paio di occasioni. Ma il successo arriva ugualmente e i tre punti sono pesanti. Per il Liverpool ancora un sconfitta nelle coppe: se in Premier non ha mai perso, sono arrivati quattro k.o. tra Champions e Coppa di Lega. Ma c’ ancora l’appello: l’11 dicembre, in riva alla Mersey, contro il Napoli. Dentro o fuori.

 Giorgio Coluccia 

© riproduzione riservata




Link ufficiale: gazzetta.it