gol di Cristiano Ronaldo e Mandzukic


L'esultanza di Mario Mandzukic, Cristiano Ronaldo e Leonardo Bonucci per il gol dell'1-0. Afp

L’esultanza di Mario Mandzukic, Cristiano Ronaldo e Leonardo Bonucci per il gol dell’1-0. Afp

La rincorsa è durata poco più di tre mesi di campionato. Cristiano Ronaldo, dopo le prime tre partite di campionato a secco, perfeziona la rincorsa al genoano Piatek a quota 9 e si porta lassù dove tutti pensavano stesse fin dall’inizio, in testa alla classifica marcatori. È suo il gol che sblocca la partita con la Spal, che finisce 2-0 e consegna alla Juventus il dodicesimo successo in tredici partite. I bianconeri portano a casa i tre punti portandosi momentaneamente a +9 sul Napoli, nessuno si fa male e il serbatoio della benzina resta bello pieno in vista di Valencia e Fiorentina. Nota a margine, arriva finalmente il gol da palla inattiva: il secondo della stagione in campionato, il primo di CR7 realizzato in questo modo a parte il rigore di Empoli. La Spal esce bene dallo Stadium: squadra con una precisa identità, che sta bene in campo e ha 3/4 individualità che la aiuteranno nella corsa alla salvezza.

meglio dopo il gol
La partenza della Juve è su ritmi bassi, la Spal palleggia e non soffre mai. Quello che ha meno voglia di adeguarsi all’andazzo è Douglas Costa, che entra con la voglia di mangiarsi l’Allianz Stadium. Suo il primo pericolo, un sinistro fuori di poco. Subito dopo la punizione accarezzata di Pjanic, che pesca CR7 solo (Felipe scivola e cade) a centro area. Immaginate voi come possa andare a finire. La nota positiva per Allegri è che dopo il vantaggio la Juve non stacca la spina, macina calcio a un ritmo medio-alto, senza mai arrivare alla fatidica soglia della fatica ma non dando mai mezza illusione alla Spal. Perin para l’unico tiro di Bonifazi, Douglas Costa, il migliore se non fosse per il marziano col 7, si inventa un sinistro che meriterebbe il gol. Il risultato è solo un palo che balla più di una cubista di Riccione.


capitan gol
La Juve nobilita una gestione agevole del vantaggio con lo splendido highlight dell’azione del secondo gol. Lancio di Bonucci, CR7 brutalizza sullo scatto il povero Felipe, sinistro di Douglas parato da Gomis e tap-in di Mandzukic. SuperMario festeggia la prima da capitano a Torino col sesto gol in campionato, miglior partenza da quando è alla Juve. Proprio vero, Cristiano fa bene a tutto ciò che lo circonda.

Dal nostro inviato  Jacopo Gerna  

© riproduzione riservata




Link ufficiale: gazzetta.it