gol di Juan Jesus, Schick, El Shaarawy (2) e Defrel


L'esultanza di Schick per il gol del 2-0. Afp

L’esultanza di Schick per il gol del 2-0. Afp

La Roma torna a vincere in casa in campionato e si regala una sosta serena, al contrario della Sampdoria, giunta alla sua terza sconfitta consecutiva. Nel 4-1 dei giallorossi decisivo El Shaarawy e molto bene Kluivert. Schick invece latita a lungo fino al gol scacciacrisi, rete che la gente giallorossa spera possa sbloccarlo. Tra gli ospiti c’ rabbia e amarezza per il rigore su Ramirez prima concesso e poi annullato con l’ausilio del Var, rigore che avrebbe potuto riportare la Sampdoria in partita (la gara era ancora sull’1-0).

jesus avanti
Di Francesco rilancia Jesus al fianco di Manolas al centro della difesa e lascia fuori Under davanti, Giampaolo invece si affida davanti ai due ex giallorossi Caprari e Defrel, privilegiando la velocit all’esperienza di Quagliarella. Ne viene fuori una partita giocata pi di spada che di fioretto, con Giampaolo che prova subito a pressare alto la Roma e Di Francesco che usa pi o meno lo stesso metro. Cos di gioco per un po’ se ne vede assai poco, cos come le conclusioni: quella di Linetty in avvio, un tiro finito fuori di Cristante poco dopo il quarto d’ora. Poi la Roma al 20′ passa e allora la gara si accende: angolo di Pellegrini, Cristante gira benissimo di testa sul palo opposto e Jesus gli “ruba” il gol in extremis, toccando la palla sulla linea di porta. Una volta sbloccata, la partita diventa pi bella, anche se poi le occasioni vengono fuori da giocate da fermo o dei singoli. Come al 33′, quando su di una punizione di Ramirez il portiere della Roma Olsen esce male e per poco Kolarov non fa il patatrac (colpo di testa finito sul proprio palo). O come il minuto dopo, quando Kluivert brucia Murru in velocit, penetra in area e di piatto beffa Audero, tranne vedersi negare il gol dal palo. E Schick? Era l’uomo pi atteso, si visto poco e niente.


patrik e gli altri
Tra l’altro, la ripresa si apre proprio con un’occasionissima per l’attaccante ceco (splendido l’assist di El Shaarawy), ma Schick ancora una volta approssimativo e Colley salva in extremis. Poi al 9′ Irrati concede un calcio di rigore per un contatto dubbio in area tra Manolas e Ramirez, l’assistente al Var Passeri lo convince a rivederlo al video e l’arbitro torna sui suoi passi, annullando il penalty. E proprio nel momento in cui Di Francesco manda a scaldarsi Dzeko per richiamare in panchina Schick, il ceco segna il 2-0: attacco laterale di El Shaarawy, sovrapposizione di Kolarov e palla tagliata dentro del serbo, su cui Schick arriva bene e di piatto insacca sul palo opposto. Poi il ceco lascer comunque il campo per un problema al flessore della coscia destra, mentre la Roma al 20′ reclama un rigore per tocco di Colley con un braccio su tiro di El Shaarawy, ma Irrati al Var dice ancora no. Al 27′ l’eurogol di El Shaarawy: prima Audero lo contrae in corsa, poi il Faraone recupera palla, si gira e con un destro morbido a girare trova l’incrocio opposto, sull’ovazione generale dell’Olimpico. Poi fila via tutto senza grandi emozioni, fino alla fine, quando prima Olsen si distingue per una superparata su colpo di testa ravvicinato di Vieira e poi Defrel, con un pezzo di bravura, realizza il 3-1 (complice l’errore di Manolas e la marcatura lenta di Florenzi). Ma c’ ancora gloria anche per El Shaarawy, che in pieno recupero fissa il risultato finale sul 4-1, sfruttando una respinta sbagliata di Audero. Finisce cos, con la Roma che riprende la sua corsa verso il quarto posto e la Sampdoria a interrogarsi sul perch di questa mini-crisi.

Dal nostro Network:

Samp, Giampaolo: “Sul rigore non concesso…”
Schick: “Posso fare molto meglio”
El Shaa: “I gol? Una risposta alla Nazionale”
Cristante: “Dopo la sosta ripartiamo cos”
Zaniolo: “Jesus ha fatto bene a toccarla”
Ramirez: “Il rigore per noi c’era”

 Andrea Pugliese 

© riproduzione riservata


Link ufficiale: gazzetta.it