ha coperto abusi di cardinali e vescovi per 65 anni


Una nuova gravissima accusa travolge la chiesa cattolica: arriva dall’Olanda, paese in cui nel corso di 65 anni venti dei trentanove cardinali olandesi, vescovi e loro ausiliari che si sono susseguiti ai vertici del clero risulterebbero coinvolti nella copertura di abusi sessuali nei confronti di minori, commessi tra il 1945 e il 2010. Come se non bastasse quattro di loro avrebbero commesso violenze in prima persona. A renderlo noto il quotidiano olandese Nrc. Contattata dall’Agenzia France Press, la portavoce della Chiesa olandese Daphne van Roosendaal ha affermato che può “confermare una parte” delle rivelazioni. Altri dettagli, invece, sarebbero basati su informazioni anonime fornite da un’unità di assistenza alle vittime allestita dalla Chiesa stessa. “I nomi di diversi vescovi corrispondono a quelli che cita un rapporto ordinato dalla Chiesa nel 2010”, spiega la portavoce, specificando che i religiosi coinvolti nello scandalo nel frattempo sono quasi tutti deceduti e i casi sono tutti finiti in prescrizione. Nessuno dei vescovi protagonista degli abusi citati nell’inchiesta del giornale è ancora attivo e quelli ancora in vita non hanno voluto commentare, riporta Nrc.

Nei giorni scorsi lo scandalo pedofilia ha travolto anche la chiesa tedesca:  uno studio indipendente commissionato dalla conferenza episcopale ha rivelato che 3.677 bambini e ragazzi minorenni hanno subito abusi sessuali da parte di 1.670 preti o religiosi in Germania tra il 1946 e il 2014, ossia il 4,4 per cento dei chierici del Paese in questo lasso di tempo: dallo studio è emerso che solo 122 autori di violenze sono stati assicurati alla giustizia civile. 1.023 religiosi hanno abusato una sola volta, 782 hanno compiuto da due a 10 abusi, 96 sono invece risultati autentici abusatori seriali con decine di casi. Tra le vittime 969 erano i chierichetti.


Link ufficiale: https://www.fanpage.it/feed/