Heysel, 34 anni fa la tragedia. Il ricordo della Juve: ‘Una follia senza spiegazioni’ – La Gazzetta dello Sport


Il 29 maggio 1985 prima della finale di Coppa dei Campioni Juventus-Liverpool morirono 39 persone nello stadio di Bruxelles. Trapattoni: “Essenziale ricordare”. Tweet anche del Liverpool e del Torino

Trentaquattro anni fa, il calcio europeo pianse la scomparsa di trentanove persone allo stadio Heysel di Bruxelles. Accadde in una serata indimenticabile e terribile, prima della finale di Coppa dei Campioni tra Juventus e Liverpool. Quello che, dopo 34 anni, è ancora un “pensiero indelebile”. La Juventus ricorda sul proprio sito “una delle più orribili tragedie che abbiano mai colpito il mondo dello sport” e “si stringe nella memoria attorno alle famiglie dei 39 morti dell’Heysel, vittime innocenti di una follia senza spiegazioni”.

“In quel maledetto 29 maggio 1985 – scrive il club bianconero – l’attesa di un momento assoluto di festa sportiva, come la finale di Coppa dei Campioni tra i bianconeri e il Liverpool allo stadio Heysel di Bruxelles, si trasformò in un incubo che ha segnato per sempre la nostra storia e quella di 39 famiglie. A loro, in questo giorno di memoria, va il nostro più grande abbraccio. Perché da quel maledetto 29 maggio 1985 il ricordo delle 39 vittime dell’Heysel non ha mai smesso di vivere nei nostri cuori”.

Il Trap

—  

Sulla panchina di quella Juventus sedeva Giovanni Trapattoni. Che, attraverso il suo profilo twitter, ha condiviso una foto con i nomi di tutte le 39 vittime. Commentando: “Non si può tornare indietro. Per questo è essenziale ricordare”.

Quella sera, nello stadio Heysel di Bruxelles, i tifosi del Liverpool cominciano, a un’ora dall’inizio della partita, a spingersi verso il settore Z, pieno di tifosi italiani, sfondando le reti divisorie. Gli spettatori, juventini e non, furono costretti ad ammassarsi contro il muro opposto del settore della curva occupato dagli inglesi. Muro che, a seguito del troppo peso, crollò di schianto, schiacciando numerose persone. Una tragedia costata la vita a 39 persone, 32 delle quali italiane. Oltre 600 i feriti.

Liverpool e Torino

—  

Questa mattina anche il Torino si è unito alla commemorazione. In un tweet il club granata ha scritto “la memoria è tesoro e custode di tutto”, pubblicando la foto della lapide che ricorda le vittime dell’Heysel con gli hashtag “Heysel” “respect”.

La memoria è tesoro e custode di tutto. #Heysel#Respectpic.twitter.com/7eZ0cQagRW

— Torino Football Club (@TorinoFC_1906) May 29, 2019

Ricordo che è stato onorato anche il Liverpool: il club inglese ha depositato dei fiori presso la lapide che ricorda le vittime, posta fuori dalla curva Sir Kenny Dalglish dell’Anfield, stadio del Liverpool.

“Oggi è un giorno importante, ricordiamo la tragedia dell’Heysel, mai dimenticata – spiega Susan Black, responsabile comunicazione dei Reds, sul sito del Liverpool -. Sarà per sempre nella mente di tutti quelli che tifano Liverpool e ricorderemo sempre coloro che hanno perso la loro vita”.




Link ufficiale: gazzetta.it