i nerazzurri sono la peggior squadra in Champions


Luciano Spalletti e alcuni giocatori dell’Inter dopo la partita col Tottenham. Getty

Luciano Spalletti e alcuni giocatori dell’Inter dopo la partita col Tottenham. Getty

Dopo la sconfitta subita a Wembley, Luciano Spalletti ha riaperto il capitolo “qualit”. Il tema caro al tecnico di Certaldo, che stavolta si soffermato su un aspetto preciso: la necessit di osare maggiormente attraverso i dribbling. Secondo Spalletti, tanto per superare il pressing nella propria met campo, quanto per creare superiorit numerica nella trequarti avversaria, saltare l’uomo un’arma a cui i suoi ricorrono troppo poco. I numeri gli danno ragione: l’Inter la squadra che in Champions ha realizzato meno dribbling e che ha la peggior percentuale realizzativa rispetto al totale dei tentativi.

niente slalom
Nelle 5 partite disputate finora, solo in 22 casi i giocatori nerazzurri sono riusciti a saltare un avversario. Nessuna squadra in Champions League ha fatto peggio. Un primato negativo a cui se ne aggiunge un altro, legato al numero totale di dribbling tentati: 56. Il rapporto tra i due dati restituisce infatti il 39.3% di precisione, ovvero la peggior percentuale realizzativa tra i club della massima competizione europea. Un bottino misero, sia in termini di quantit che di qualit. L’invocazione all’estro del tecnico toscano quindi fondata: agli interisti finora mancato un pizzico di fantasia e, secondo Spalletti stesso, un po’ di coraggio. Un aspetto che potrebbe essere legato a un’altra classifica, quella sulle presenze europee.


Il ballo dei debuttanti
In altre circostanze l’allenatore dei nerazzurri ha fatto riferimento all’esordio europeo di molti suoi giocatori. E in effetti la prudenza interista potrebbe essere legata a una sorta di “timidezza da prima volta”. Un aspetto che trova conferma nei dati sulle presenze pregresse dell’11 titolare dell’Inter in Champions. Nella formazione con pi minutaggio figurano solo 4 giocatori con precedenti europei: Nainggolan (24 gare con la Roma), Asamoah (21 con la Juventus), Perisic (11 col Borussia Dortmund) e Brozovic (6 con la Dinamo Zagabria). Non a caso, due di loro sono gli interisti che hanno realizzato pi dribbling in Champions: il terzino ghanese e l’ala croata, rispettivamente a quota 5 e 4. L’eccezione alla regola dei timori reverenziali invece rappresentata da Lautaro Martinez, autore di 2 dribbling in appena 32 minuti di gioco, e Matteo Politano, terzo in graduatoria con 3 smarcamenti. I due non hanno patito l’emozione generata dal prestigioso palcoscenico europeo, calcandolo con la personalit e il coraggio che Spalletti chiede anche ai loro compagni di squadra.

 Valerio Giordano 

© riproduzione riservata


Link ufficiale: gazzetta.it