Il Verona ha un re tascabile. Lee, il genio made in Bara


Cinque risultati utili consecutivi per il Verona, che si rilanciato in zona playoff. La squadra di Grosso gioca a Lecce con tantissimi infortunati, ma ha appena battuto la Salernitana 1-0. Nella partita decisa dal gol di Pazzini a 20’ dalla fine, la giocata pi bella stata quella del sudcoreano Lee Seung-woo, autore di uno splendido passaggio filtrante per Gustafson, che ha poi fallito la conclusione. Un colpo di genio premiato anche dagli utenti che votano ogni settimana per Red Bull B-Best, il contest interamente organizzato da Red Bull, Gazzetta dello Sport e Lega Serie B.

genio
Con la sua giocata, l’attaccante classe 1998 ha battuto l’agguerrita concorrenza di Marras (Energia), Bentivoglio (Carisma), Barberis (Cuore) e Coulibaly, autore del gol vittoria in Carpi-Spezia nell’Extra-Time. I lettori non hanno avuto dubbi, eleggendo l’ex calciatore del Barcellona B come vincitore di giornata.


percorso
Lee, scovato dal Barcellona quando era un bambino durante un torneo in Sudafrica (era il 2010), si formato nella cantera blaugrana, prima di passare al Verona nell’ultimo giorno di mercato prima dell’inizio della stagione 2017-18. Ha esordito in Serie A contro la Lazio, andando in gol il 5 maggio, nella partita persa 4-1 contro il Milan (con la squadra gi retrocessa). In gol per la prima volta quest’anno nella partita col Foggia, Lee gi un perno della nazionale sudcoreana. Nel Mondiale U-20 del 2017 si distinto segnando due gol, fino ad arrivare alla nazionale maggiore. Reduce dalla Coppa d’Asia in cui la Corea del Sud stata eliminata ai quarti dal Qatar, ora punta a tornare in Serie A col Verona.

 Giuseppe Di Giovanni 

© riproduzione riservata


Link ufficiale: gazzetta.it