“In bianconero siamo tutti importanti. E la Nazionale sta crescendo”


Mattia De Sciglio, 26 anni, terzino della Juventus e della Nazionale. Getty

Mattia De Sciglio, 26 anni, terzino della Juventus e della Nazionale. Getty

Mattia De Sciglio pu dirsi recuperato a tutti gli effetti alla causa della Juventus e a quella della Nazionale. Dopo i problemi fisici che lo hanno tenuto ai box nei primi mesi della stagione, il terzino tornato a disposizione di Allegri meritandosi anche la convocazione del commissario tecnico Roberto Mancini, che lo ha schierato dal primo minuto nella sfida di Genk contro gli Usa. De Sciglio ha parlato ai microfoni di Sky Sport, commentando il ritorno in azzurro: “Battere gli Stati Uniti era molto importante per tornare alla vittoria dopo le ultime prestazioni, dove abbiamo dimostrato di essere in crescita senza per riuscire a trovare il gol. Quando si gioca con l’Italia, poi, non esistono amichevoli. Contro gli Usa abbiamo segnato all’ultimo, ma questa Nazionale sta crescendo partita dopo partita”.

Allegri vuol dire fiducia
La convocazione in azzurro ha fatto seguito al ritorno in campo in bianconero: “Mi sento un giocatore importante, come tutti in questo spogliatoio. Abbiamo tante partite e c’ bisogno dell’aiuto e del supporto di tutti, e spero di poter dare il mio contributo da qui al termine della stagione. Allegri mi trasmette fiducia e sicurezza: importante andare in campo sapendo che l’allenatore e i tuoi compagni apprezzano quello che fai”.


Cr7? che professionista
Battuta conclusiva su uno dei temi che tengono banco negli ultimi giorni, vale a dire l’esclusione di Cristiano Ronaldo dal podio del Pallone d’Oro: “Non compito mio parlarne, ma quello che posso dire che quando sono tornato dagli impegni della Nazionale l’ho visto allenarsi come sempre, dando sempre il massimo da grande professionista quale “.

 Gasport 

© riproduzione riservata


Link ufficiale: gazzetta.it