“In Italia comandano gli ultrà. Le gare vanno sospese”


ULTIME MILANFabio Capello, ex allenatore del Milan, nell’intervista al Corriere della Sera, ha parlato di razzismo nel mondo del calcio, tema molto caldo in questi giorni (LEGGI l’attacco di Leonardo a Gravina e a Giorgetti): “In Italia comandano gli ultrà. Essere ultrà è un mestiere, in quel ruolo si fa business, non è normale”.

Sulla differenza con l’estero: “All’estero si interviene, si puniscono i responsabili, da noi è tutto diverso: servirebbero provvedimenti seri, importanti, invece niente. Guardate cosa succede in Inghilterra: certi personaggi vengono fermati. Anche in Spagna è lo stesso. E se osservate le immagini della Premier, vi accorgerete che gli stadi sono sempre pieni”.

Sulle colpe di questa situazione: “Colpa del calcio o delle istituzioni di questa situazione? Both, direbbero gli inglesi”.

Sul sospendere le partite: “Sospendere le gare in caso di episodi di razzismo? Assolutamente sì, sono d’accordo con chi sostiene che le gare vadano interrotte. Il problema è che non si capisce mai qual è l’intensità necessaria per prendere una decisione di questo tipo. Una volta i cori non si percepiscono abbastanza, un’altra volta viene tirata fuori una storia differente. Così, alla fine, le partite non si sospendono mai. E gli ultrà continuano a fare quello che vogliono”. Anche Pepe Reina ha attaccato duramente i razzisti. Continua a leggere >>>

CALCIOMERCATO – DALL’INGHILTERRA: SARRI IN POLE PER LA PANCHINA MILAN

STORIA E LEGGENDA DELLE MAGLIE DEL MILAN: VAI QUI

SCONTO 50% – Gazzetta, l’edizione digitale a metà prezzo (promo per utenti Pianeta Milan). ABBONATI SUBITO!

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android




Link ufficiale: gazzetta.it