Incendio Pisa, nuovi roghi ed evacuazioni anche in Val di Serchio: Scenario apocalittico


Continuano a bruciare da oltre 24 ore i boschi del Pisano, in Toscana, dove almeno 700 persone hanno dovuto lasciare le proprie abitazioni a causa degli incendi. Il vento continua a ostacolare lo spegnimento dei focolai e martedì sera le fiamme hanno raggiunto anche la Val di Serchio. Sul posto operano le squadre dei vigili del fuoco che si sono schierate a presidio delle abitazioni che gradualmente vengono evacuate. Contemporaneamente i pompieri sono al lavoro anche contro il fuoco ancora attivo sul monte Serra a diversi chilometri di distanza. Si tratta di due incendi diversi. Distrutti oltre 600 ettari di macchia mediterranea, bosco ceduo, pini marittimi, oliveti e vigne nei territori di Calci e Vicopisano. I sindaci di Calci e Vicopisano hanno chiuso subito le scuole e nel pomeriggio di martedì è stato chiuso anche l’aeroporto di Pisa per favorire il lavoro dei mezzi aerei. Scuole e aeroporto resteranno chiusi anche oggi.

Gli sfollati parlano di “scenario apocalittico”: “I vigili del fuoco sono stati i nostri angeli. Era uno scenario apocalittico e per fortuna ci hanno portato qui, in salvo”, ha detto una delle persone portate in salvo che vive nella frazione di Montemagno interamente evacuata. “Spero che questo rogo – ha  aggiunto la donna – sia stato provocato da una sbadataggine perché non riesco a pensare a tanta cattiveria e a una mente tanto perversa. Ci sono interi uliveti andati distrutti e danni molto ingenti temo anche alle abitazioni”. Il cambio continuo della direzione delle raffiche di vento ha disorientato più volte i soccorsi. Due squadre di vigili del fuoco sono state circondate dalle fiamme sulla strada per il Monte Serra: coraggio e molto sangue freddo hanno permesso a uomini e mezzi di mettersi in salvo.

La Regione Toscana ha dichiarato lo stato di emergenza regionale, il decreto è stato firmato dal presidente Rossi che ha annunciato lo stanziamento di 200.000 euro per coprire le spese dei soccorsi. La procura ha aperto un fascicolo con l’ipotesi di rogo doloso. A indagare saranno i carabinieri forestali insieme ai vigili del fuoco.


Link ufficiale: https://www.fanpage.it/feed/