Incitava i bimbi dell’asilo a picchiarsi per filmarli e divertirsi: maestra denunciata


Doveva occuparsi dei piccoli che i genitori le affidavano durante la giornata ma invece di prendersi cura di loro, li rinchiudeva in una sorta di recinto giochi, lasciandoli fare quello che volevano, incitandoli anche a picchiarsi, divertendosi poi a filmare le scene in alcuni video che pubblicava online su snapchat. Per questo una maestra d’asilo statunitense, la 30enne Chavay Williams, ora è finita a processo e rischia oltre un decennio di carcere se condannata per tutti i reati contestati. Il caso a Columbus nello stato dell’Ohio. L’incredibile scoperta solo quando uno dei genitori dei piccoli si è imbattuto in uno dei video fatti dalla donna, riconoscendo il figlio. Secondo l’accusa la donna si limitava ad osservare i piccoli di età compresa tra i tre e i cinque anni incurante che alcuni di loro erano terrorizzati.

In un video si vedono alcuni dei bimbi usare un sedia per cercare di fuggire dall’area del parco giochi mentre la donna ride divertita e li incita. In un altro alcuni bimbi che litigano e lei che ridendo li invita a picchiarsi. Secondo la polizia, la donna ha pubblicato un video ancora più brutale corredato  dalla frase “knock out” e una immagine di guantoni da boxe. Fortunatamente nessuno dei piccoli è rimasto ferito ma la donna è stata licenziata e ora dovrà rispendere delle accuse di messa in pericolo di minore affidato alla sua custodia.


Link ufficiale: https://www.fanpage.it/feed/