Inter, Conte dopo la festa. In settimana la svolta in panchina – La Gazzetta dello Sport


Nella prima metà della settimana l’esonero di Spalletti, nella seconda l’annuncio del nuovo allenatore, che poi andrà in Cina a incontrare Zhang Sr

Superata la paura, recuperato un battito cardiaco a ritmi normali, l’Inter ieri notte ha festeggiato l’ingresso in Champions League: il party è cominciato negli spogliatoi, dove è arrivato subito il presidente Zhang ed è rimasto brevemente anche il tecnico Spalletti, prima delle interviste (non c’era al momento della foto celebrativa). Poi è proseguito sulla Terrazza Martini, con vista sul Duomo e bandiere nerazzurre aggiunte per l’occasione, che hanno dato il la sempre a Steven Zhang per festeggiare con un “Milano siamo noi” e per promettere “Farò il meglio che posso per questi colori”. Alla festa hanno partecipato i dirigenti nerazzurri, compresi gli a.d. Marotta e Antonello, e la squadra.

Tappe verso Conte

—  

Da oggi i giocatori sono ufficialmente liberi e, salvo gli impegni con le rispettive nazionali, in vacanza. Inizia invece la fase più calda del lavoro dei dirigenti, fra novità in panchina e mercato. In settimana dovrebbe concretizzarsi il «cambio della guardia» alla guida tecnica. Spalletti ieri sera ribadendo che lui “amerebbe restare ad allenare l’Inter” ha confermato di attendersi presto comunicazioni di segno opposto da parte della società. Il primo passaggio formale prima dell’annuncio di Antonio Conte, con cui l’accordo totale è ormai stato raggiunto da tempo, è l’esonero del tecnico di Certaldo, che dovrebbe arrivare nei prossimi giorni, entro la prima metà nella settimana. All’esonero non dovrebbe seguire, almeno non immediatamente, un accordo sulla buonuscita: le parti sono distanti, non solo a livello economico. Nella seconda metà della settimana ogni giorno può essere quello buono per l’annuncio del contratto triennale con Conte, che solo dopo, a inizio della prossima settimana, si recherà in Cina per l’incontro con Zhang Senior, in quello che è diventato un rito dell’Inter a proprietà cinese.

Mercato

—  

Dopo si comincerà a stringere sul mercato, dove alcune trattative sono già state intavolate o aperte, mentre altre hanno bisogno di un punto tecnico con il nuovo allenatore. C’è da lavorare non solo in entrata, ma anche sull’uscita programmata ma non semplice di alcuni big, con Icardi e Perisic in cima alla lista.


Link ufficiale: gazzetta.it