Inter, esonerato Spalletti. L’era Conte – La Gazzetta dello Sport


Il club ufficializza l’addio al tecnico che l’ha portato due volte in Champions. Domani l’annuncio su Antonio: l’ex c.t. della Nazionale firma un contratto di tre anni

Era solo una formalità, ma adesso è ufficiale: Luciano Spalletti non è più l’allenatore dell’Inter. L’esonero del tecnico toscano, che ha portato due volte in Champions i nerazzurri, è stato ufficializzato con una nota sul sito della società e un tweet pubblicato alle 10.30: “FC Internazionale Milano comunica che Luciano Spalletti non ricopre più il ruolo di allenatore della Prima Squadra. Il Club ringrazia il tecnico per il lavoro svolto e per il percorso compiuto insieme”. Adesso può quindi iniziare ufficialmente l’era di Antonio Conte: l’ex allenatore di Juve e Chelsea ha firmato un contratto di 3 anni a 9 milioni netti più bonus a stagione e domani sarà ufficializzato. Poi sabato sarà a Madrid con la dirigenza, il presidente Steven Zhang e Beppe Marotta in testa, per la finale di Champions tra Liverpool e Tottenham.

Futuro

—  

Spalletti in questi giorni resterà in Toscana, vicino alla famiglia, colpita dalla morte di Marcello, il fratello maggiore di Luciano. Il tecnico, informato telefonicamente da Marotta della (annunciata) fine del rapporto con i nerazzurri, ha un contratto sino al 2021. La sua intenzione, come trapela dalla cerchia di amici più ristretta, è quella di prendersi un anno sabbatico. Al momento, quindi, non si parla di buonuscita per chiudere definitivamente i rapporti: il dispiacere di Spalletti per il modo in cui è finito il matrimonio con l’Inter, 90 partite in due stagioni e due quarti posti-Champions, è troppo fresco e Marotta aspetterà prima di sedersi attorno a un tavolo.


Link ufficiale: gazzetta.it