Inter, Icardi a secco dopo 5 giornate. Ma non l’unico bomber a digiuno in Europa


Mauro Icardi, attaccante dell'Inter. Getty

Mauro Icardi, attaccante dell’Inter. Getty

315 minuti giocati e ancora zero gol. questo il magro bottino dell’avvio di campionato di Mauro Icardi. Mai il bomber argentino, assente per infortunio solo a Bologna, era rimasto cos tanto in astinenza dopo 5 giornate. Un digiuno interrotto solamente dal capolavoro in Champions contro il Tottenham, che ha innescato la clamorosa rimonta degli uomini di Spalletti. L’anno scorso a questo punto della stagione Maurito viaggiava gi a quota 6, con due doppiette nelle prime due giornate contro Roma e Fiorentina. Proprio la squadra di Pioli, attesa questa sera a San Siro, una delle sue vittime preferite: ai viola il capitano dell’Inter ha segnato 10 gol in carriera, otto nelle ultime quattro gare.

fiducia
All’appello dei grandi bomber in Italia ormai mancano solo lui e il suo “collega” in maglia albiceleste Dybala, fuori dai piani di Allegri nelle prime giornate. L’ambiente nerazzurro, per, non sembra essere preoccupato: “Ha fatto gol in Champions, dov’ il problema?”, ha sottolineato Spalletti in conferenza stampa. “Mauro sta toccando gli stessi palloni dell’anno scorso. un dato facile da rilevare. Sarebbe interessante anche valutare quanti ne permette di toccare ai compagni visto che su di lui c’ sempre un’attenzione particolare”.


italians
Ma il capocannoniere dello scorso anno in Italia non l’unico grande nome in Europa a essere rimasto a secco in questo avvio di stagione. Il parterre dei “malati di gol” piuttosto affollato. Alla corte del Cholo Simeone Diego Costa non trova la via del gol da 14 partite consecutive in Liga, l’equivalente di pi di 1000 minuti. L’ultima rete segnata da Diego Costa in campionato datata 25 febbraio, quando il brasiliano naturalizzato spagnolo apr le marcature nel match esterno contro il Siviglia. Momentaccio che condivide con SuperMario Balotelli, che oltre all’astinenza delle prime giornate al Nizza, deve fare i conti con le critiche dei compagni, come quella di Dante: “Tocca a lui fare un passo avanti e prendersi la responsabilit di guidare la squadra in attacco. Se non fisicamente in gran forma, e questo lo sappiamo tutti, dipende solo da lui”

oltremanica
In Premier League mancano all’appello Giroud, Snchez, Rashford e il Chicharito Hernndez. Sarri ha lasciato in panchina il campione del Mondo solo una volta nelle prime 6 giornate del campionato inglese, schierandolo in due undici iniziali. Per ora il suo apporto offensivo si limitato a 3 assist. Troppo poco per preoccupare la concorrenza dell’attacco blues con Pedro e Morata in pole position. Al digiuno prolungato si aggiungono anche i due attaccanti dello United. Sanchez supera Icardi nella media gol negativa: zero reti in 334 minuti in questa stagione, 831 in totale. L’attaccante cileno non riesce a lasciare il segno a Manchester e l’addio a Mou sembra ormai inevitabile. A chiudere il gruppo dei bomber in crisi oltremanica c’ il Chicharito, ancora a secco al West Ham. Inevitabilmente il cartellino del messicano ha risentito del calo di rendimento, raggiungendo quota 15 milioni di euro, lontano dai 25 milioni raggiunti nel 2016 quando indossava la maglia del Bayer Leverkusen.

 Matteo Zorzoli 

© riproduzione riservata




Link ufficiale: gazzetta.it