Inter, risposta al Milan? Firenze snodo cruciale



Quando la sera del 17 marzo Milan e Inter si affronteranno, saranno a meno undici partite dalla fine del campionato. Comunque tantissime per definirla una sfida decisiva in chiave terzo posto, o comunque Champions, ma per l’Inter avrebbe il suo perch affrontarla ancora almeno a +4: ovvero sapendo di poterne uscire anche a mani vuote senza perdere il vantaggio di restare davanti. Per questo, calendario della 26 e 27 giornata alla mano (indice di difficolt relativo e molto simile per entrambe: Inter contro Cagliari e Spal, Milan contro Sassuolo e Chievo), la trasferta di Firenze pu dire molto su come la squadra di Spalletti arriver al derby.

continuita’
Stasera dall’Inter serve una risposta al Milan forte, e non solo perch pi forte l’impegno. Serve un messaggio di continuit: la chiave d’accesso alla rincorsa usata dai rossoneri da quando iniziato il 2019. L’Inter d l’idea di aver ritrovato una solidit di gruppo che pareva smarrita. Il Milan si cementato intorno a Gattuso e alle sue nuove certezze, si quasi immedesimato nella capacit del suo allenatore di essere un caterpillar.


lautaro
Lautaro dovr rispondere a Piatek, ma quello che ancora manca all’Inter, e il test Fiorentina dir cose importanti, la solidit difensiva raggiunta dal Milan, che nelle nove partite, coppe comprese, del 2019 ha subto appena tre gol: gli stessi dei nerazzurri ma in sette partite, e per fortuna Handanovic (la fascia da capitano al braccio ovviamente non c’entra) sta vivendo un periodo d’oro, non inferiore a quello del Donnarumma ridecollato. Passare indenne all’esame Chiesa-Muriel (e magari Simeone) sarebbe un altro segnale non qualsiasi, stasera.

I VIDEO DI GAZZETTA TV

LEGGI L’ARTICOLO COMPLETO DI ANDREA ELEFANTE SULLA GAZZETTA IN EDICOLA OGGI

 Gasport 

© riproduzione riservata


Link ufficiale: gazzetta.it