Inzaghi, questo un incubo, k.o. col Chievo retrocesso!


L'esultanza del Chievo. LaPresse

L’esultanza del Chievo. LaPresse

Doveva essere una giornata preziosa per la Lazio in ottica Champions questo anticipo di Pasqua all’Olimpico col Chievo. Invece i veronesi, gi retrocessi hanno gelato i biancocelesti vincendo 2-1. Il primo tempo scorre a ritmi bassissimi con una Lazio attendista e un Chievo che difende. Al 29’ il cross su Caicedo potrebbe essere d’oro ma il colpo di testa va sul fondo. Al 34’ l’episodio segna la tensione: Milinkovic Savic calcia Stepinski dopo un contrasto quando la palla gi sfilata dai due: scatta il rosso, Lazio in 10. Al rientro la Lazio non ha il tempo di rendersene conto e subisce due reti in due minti. Prima Vignato, diciotto anni appena, batte Strakosha di sinistro al 49′. Hetemaj al 51′ dopo beffa il portiere di testa insaccando sul palo destro. L’Olimpico resta ammutolito ma la Lazio tenta qualche guizzo e non sembra volersi arrendere allo schiaffo. E cos Caicedo al 67’ beffa Semper insaccando all’angolo basso a destra su assist di Correa. Stepinski al 71’ sbaglia di testa il potenziale 1-3. Il Chievo fino alla fine non regala nulla ai padroni di casa che continuano a lottare senza riuscire a infilare l’avversario complice anche un palo su cui finisce un missile di Correa nell’extra time.

A BREVE IL SERVIZIO COMPLETO


I VIDEO DI GAZZETTA TV

 Nicola Berardino 

© riproduzione riservata


Link ufficiale: gazzetta.it