Inzaghi, turnover in vista della Coppa Italia. Contro il Chievo tocca a Durmisi


Riza Durmisi, 25 anni. GETTY

Riza Durmisi, 25 anni. GETTY

Via libera a Riza Durmisi nella Lazio che questo pomeriggio ospita il Chievo. L’esterno danese pronto a dare il cambio a capitan Lulic nel turnover in vista della semifinale di ritorno di Coppa Italia di mercoled a Milano. Sar la seconda volta dal primo minuto in questo campionato per il 25enne giunto la scorsa estate dal Real Betis. Ha giocato dal primo minuto solo a Frosinone: le altre sette presenze sempre da subentrato. L’ultima volta una settimana fa, nella trasferta contro il Milan: anche a San Siro in campo per far rifiatare Lulic e per dare nuove risorse in fase di spinta salvo poi ritrovarsi come infelice protagonista nella scena decisiva, quella in cui ha provocato su Musacchio il rigore che, trasformato da Kessie, ha assegnato ai rossoneri tre punti d’oro in prospettiva Champions.

I VIDEO DI GAZZETTA TV

riscatto
Sette giorni dopo Durmisi vuole riscattarsi. Per far dimenticare quell’intervento di San Siro apparso ingenuo. E per non far rimpiangere Lulic dovr pedalare sull’intera fascia alla ricerca del guizzo per supportare la manovra offensiva. Sinora all’Olimpico ha giocato da titolare solo in Europa League: tre volte. Un anno fa era finito nel mirino del d.s. Tare come alternativa a Lulic non solo come vice del bosniaco. Il suo rendimento causa anche vari guai fisici e problemi di adattamento al calcio italiano non ha per confortato le aspettative. Il contratto fino al 2013 non pi una garanzia assoluta per la sua permanenza in biancoceleste. Nello sprint della stagione Durmisi cerca pertanto pure il proprio rilancio. E la gara di questo pomeriggio si prospetta come una buona ripartenza. Per spingere i biancocelesti verso quei tre punti che possono ridare sostanza al sogno Champions. A Frosinone, nella sua unica gara da titolare, arriv la vittoria. Oggi, Durmisi rincorre un bis che sarebbe quanto mai gradito per la classifica della Lazio.


 Nicola Berardino 

© riproduzione riservata


Link ufficiale: gazzetta.it