“Io ci credo. L’Atalanta gioca bene, ma concede”


Vincenzo Montella, 44 anni. LAPRESSE

Vincenzo Montella, 44 anni. LAPRESSE

Da due mesi a Firenze si parla solo della gara di Coppa Italia con l’Atalanta, considerando il flop del campionato. Alla vigilia per, la Fiorentina sceglie di far parlare il tecnico Montella solo tramite il proprio sito internet ufficiale per meno di cinque minuti. “Loro hanno il piccolo vantaggio raccolto all’andata – dice il tecnico – ma io ci credo. Abbiamo la possibilit e le caratteristiche per fare un risultato positivo. Non ci sono partite impossibili”. Montella mostra fiducia e fa bene. Inutile aggiungere pessimismo ad una squadra in piena crisi di risultati. Un esempio? La gara di andata, finita 3-3 al Franchi, fu giocata il 27 febbraio scorso. In questi due mesi la Viola non ha vinto una singola partita.

CONCRETIZZARE
Ancora Montella: “Anche contro la Juventus si visto che la squadra gioca con il cuore e sta bene fisicamente. Abbiamo grande spirito e voglia di lottare, sento la forza che ci trasmette la nostra gente (domani saranno 2200 i tifosi viola a Bergamo, esaurito il Settore Ospiti). Per abbiamo la necessit di concretizzare le occasioni che produciamo. Faccio i complimenti all’Atalanta, probabilmente sono il peggior avversario da affrontare in questo momento, per noi deve essere uno stimolo per dare il 100%. L’Atalanta una squadra che gioca, ma concede anche qualcosa, per questo dobbiamo saperne approfittare”.


condizione
La squadra sta bene e Montella pu contare su tutti gli elementi ad esclusione di Pjaca, che prosegue la fisioterapia dopo la rottura del crociato. “Stiamo bene e si visto contro la Juve. Dobbiamo semmai crescere in autoconvinzione”. Con Montella in panchina la Fiorentina disput una Finale di Coppa Italia (2014, ndr) contro il Napoli. Gara anomala giocata in un contesto molto particolare dopo gli incidenti del pre partita che portarono alla morte di Ciro Esposito. “Fu una bruttissima serata – chiude Montella – arrivammo con grandi aspettative, ma gli episodi pre gara le rovinarono totalmente. Andammo vicini al pareggio nel finale quando avevamo un uomo in pi. Segnando (errore clamoroso proprio di Ilicic, ndr) sarebbe cambiata la storia recente della Fiorentina. Vogliamo portare finalmente un trofeo a Firenze”.

convocati
Sono 23 i giocatori che partiranno per Bergamo. Compreso il giovane Beloko. Questa la lista: Beloko, Benassi, Biraghi, Brancolini, Ceccherini, Chiesa, Dabo, Edimilson, Hugo, Gerson, Ghidotti, Graiciar, Hancko, Lafont, Laurini, Milenkovic, Mirallas, Muriel, Norgaard, Pezzella, Simeone, Veretout, Vlahovic.

I VIDEO DI GAZZETTA TV

 Giovanni Sardelli 

© riproduzione riservata


Link ufficiale: gazzetta.it