Juve, Cancelo e una stagione di alti e bassi. Bocciato o promosso?


Joao Cancelo, 24 anni. ANSA

Joao Cancelo, 24 anni. ANSA

Joo Cancelo domani sera alzer lo sguardo e vedr il suo passato. San Siro, il suo primo stadio italiano. L’Inter, la squadra che lo ha portato in Serie A e poi ha deciso di non riscattarlo: non bravo abbastanza per un investimento da 40 milioni. La Juve, il club che per lui ha speso quella cifra e ora gli chiede un salto di qualit. Quattro mesi e mezzo fa – era inizio dicembre – Joo stato decisivo nella partita di andata. Juve-Inter 1-0, gol di Mandzukic su suo assist da sinistra. In quel momento non c’erano dubbi sulla lettura di quel bivio di mercato. La decisione dell’Inter di lasciare andare Cancelo, dopo averlo visto per mesi, era considerata una follia. A un girone di distanza c’ qualche dubbio in pi perch la stagione di Joo stata meno scintillante del previsto. La domanda ora sembra pi sensata: chi ha scelto bene, un’estate fa?

attacco
Chi non ama Cancelo, dentro e fuori la Juve, fa notare che in fase difensiva migliorato meno di quanto ci si aspettasse. Il gol subito ad Amsterdam la foto di copertina – palla persa da Joo, fuga di David Neres e pareggio – ma la questione pi ampia, non riguarda gli errori palla al piede ma il posizionamento difensivo, le scelte, l’attenzione in marcatura. In un certo senso, il carattere, la voglia di migliorare. Allegri nella partita di ritorno, due marted fa, lo ha usato come arma offensiva dalla panchina – il titolare stato De Sciglio – e per queste ultime partite di campionato ha detto di volerlo provare da mezzala. Pu essere una strada per il futuro.


difesa
Gli appassionati di Joo non fanno fatica a ribattere. Chi ha messo Ronaldo davanti alla porta alla Johan Cruijff Arena? Cancelo. Chi ha crossato per lui nell’azione del 2-0 all’Atletico Madrid, il gol pi importante della stagione? Sempre lui, il portoghese col 20. Cancelo uno dei giocatori della Juve capaci di decidere le partite, ha una qualit unica in costruzione e, cosa che non guasta, una gioia per chi guarda la Juve: per tecnica, secondo a pochi. In pi, nelle grandi giornate sa cambiare faccia a una partita in 10-15 minuti, come dimostrato nelle trasferte con Frosinone e Lazio. A 25 anni non ancora compiuti, Joo somiglia a un progetto a cui non si pu rinunciare. Le domande per, alla vigilia della “sua” partita, restano nell’aria: tra due anni si parler di Cancelo come di un terzino, un’ala o una mezzala? Come di un fenomeno o solo di un giocatore forte, spettacolare ma semplicemente… buono?

 Gasport 

© riproduzione riservata


Link ufficiale: gazzetta.it