Juve, Paratici su Icardi: “Nessun contatto recente”


Fabio Paratici, 46 anni, responsabile area sport della Juventus. Getty

Fabio Paratici, 46 anni, responsabile area sport della Juventus. Getty

Fabio Paratici usa le stesse parole di Cristiano Ronaldo: “La Champions non un’ossessione, ma uno stimolo”. Un modo, in casa Juve, per esorcizzare l’appuntamento con l’Europa che conta, in vista dell’impegno di mercoled a Madrid contro l’Atletico, per l’andata degli ottavi di finale. Il responsabile dell’area sport bianconera, intervenuto a Radio anch’io sport su Radio 1, racconta: “Noi stiamo bene, con l’Atletico saranno due partite impegnative e difficili. Ogni anno cerchiamo di essere competitivi in ogni competizione. Per vincere la Champions servono tante cose, anche un po’ di fortuna. Si decider sui dettagli”.

AL TOP
Una cosa certa, per Paratici, al di l di come andr contro la squadra di Simeone: “Non credo si debba aspettare queste due partite per capire quanto vale la Juve in Europa. Negli ultimi anni abbiamo giocato due finali contro Real Madrid e Barcellona, dimostrando di giocare sempre ad alti livelli. Poi chiaro che ogni anno ci si aspetta di pi e noi cerchiamo di mantenere anche per noi stessi queste aspettative”.


ICARDI
La rottura Inter-Icardi all’ordine del giorno. Il centravanti argentino potrebbe approdare alla Juventus? Paratici non conferma ma nemmeno smentisce: “Icardi ora un giocatore dell’Inter, siamo in febbraio e noi abbiamo delle partite molto importanti da preparare. Sono domande che torneranno di attualit, o no, solamente a giugno. La nostra era un’operazione informativa, sull’eventualit che Icardi potesse cambiare squadra e se la Juve potesse essere una squadra di suo gradimento. Una cosa che si fa sempre nei periodi di mercato. Ma non era un’azione di disturbo e ultimamente non ci sono stati contatti con la signora Icardi”.

DYBALA
Il manager bianconero parla pure di Paulo Dybala: “Dybala ha giocato quasi sempre, un giocatore della Juve e nonostante i 25 anni ha gi dimostrato tanto. Deve migliorare per essere la bandiera della Juve e sono sicuro lo diventer, ha le doti morali e tecniche per esserlo”.

ALLEGRI
Chiusura sul tecnico Allegri. “I progetti son pi importanti delle vittorie e delle sconfitte, lo abbiamo dimostrato da nove anni. Max fa parte di questo progetto, sono convintissimo che aldil del risultato in Champions rimarr ancora con noi”.

I VIDEO DI GAZZETTA TV

 GASPORT 

© riproduzione riservata


Link ufficiale: gazzetta.it