“Juve, sei forte! Ma vince il mio United 1-0”


Usain Bolt, 32 anni, ex velocista giamaicano. Lapresse

Usain Bolt, 32 anni, ex velocista giamaicano. Lapresse

Il Manchester United per lui è alfa e omega. In passato lo hanno fatto giocare con le stelle dell’Unicef e Bolt ha detto di avere in testa lo United. Gli hanno dato il via libera per un provino al Borussia Dortmund e lui ha detto di aver già chiesto una chance a Mourinho. Anche ora che fa gol in Australia con i Central Coast Mariners, Usain non smette di dire che il suo sogno resta a sfondo rosso: United, solo United. Chissà che prima o poi non succeda.

Usain Bolt è un grande tifoso dei Red Devils, questo si sa. Ma qual è la maggiore follia mai fatta per lo United?


«Una volta ero all’aeroporto e lo United stava giocando. Mi hanno chiamato al gate perché era cominciato l’imbarco, ma io volevo assolutamente vedere la fine della partita. Penso che quel volo sia decollato con un po’ di ritardo…».

Ok, prova da tifoso superata. Allora scegliamo: chi è il giocatore preferito nella storia dello United?

«Ruud van Nistelrooy. L’olandese è la ragione per cui ho cominciato a tifare per il Manchester United. E poi ha segnato anche in quel 2-1 a Manchester contro la Juve del 2003…».

Quindici anni dopo, le premesse sembrano molto diverse. La Juventus è più favorita di allora e il numero 7 sotto gli occhi di tutti non è Beckham. Allora stasera, che partita sarà?

«Penso che sarà una grande partita. Sul palcoscenico più importante si sfidano due grandi squadre, con grande storia e orgoglio. La Juventus sta andando alla grande in Serie A, mentre i risultati fin qui non sono stati buoni per lo United. Io però resto fiducioso che tutto si sistemi».

Un pronostico sul risultato?

«Il Man Utd gioca in casa, quindi ha un certo vantaggio. Giocare a Old Trafford o in trasferta non è la stessa cosa. Io non vedo una partita con tanti gol, allora diciamo 1-0. Sì, per me finirà 1-0 per lo United».

L’INTERVISTA COMPLETA DI LUCA BIANCHIN SULLA GAZZETTA IN EDICOLA

 Gasport 

© riproduzione riservata


Link ufficiale: gazzetta.it