Juve, torna in testa alla classifica. La Roma continua a volare


Zan Celar, 19 anni, ancora a segno con la Roma. Lapresse

Zan Celar, 19 anni, ancora a segno con la Roma. Lapresse

Aspettando l’Atalanta, impegnata domani a Cagliari e unica squadra rimasta a punteggio pieno, la Juventus torna in testa alla classifica. Quattro vittorie e un pareggio per la squadra di Baldini, che prima della sosta aveva pareggiato il derby al Filadelfia e, a Vinovo, supera 2-0 il Chievo, che invece resta a zero punti. Il tecnico bianconero, anche in vista della partita di marted a Manchester in Youth League, ha risparmiato diversi titolari, almeno dal 1′: fuori Portanova e Petrelli, i due grandi protagonisti dell’avvio di stagione, e attacco inedito con il francese Monzialo, il serbo Markovic (che aveva dato alla Juve la vittoria sul Milan) e Di Francesco.

le reti
A firmare il vantaggio stato per un centrocampista, il venezuelano Makoun, di testa su corner di Nicolussi Caviglia. Nel finale di primo tempo, due grandi occasioni per il Chievo: sulla prima, Juwara calcia fuori da pochi metri dopo la respinta difettosa di Loria sulla punizione di Rabbas, poi il portiere della Juventus bravissimo su Grubac. Nella ripresa, Baldini inserisce prima Petrelli, poi Portanova e Leone, mentre il Chievo si gioca la carta Rovaglia. Ma il solito Petrelli a trovare il gol che chiude la partita, stavolta su calcio di rigore, all’89’. Il Chievo avrebbe l’occasione almeno per accorciare le distanze, ma Bertagnoli si fa parare il rigore da Loria.


roma-palermo
Venti gol in cinque partite fanno una media paurosa: quattro reti ogni 90 minuti. La Roma, alla quarta vittoria consecutiva, ne fa cinque anche al Palermo, che aveva perso 5-0 a Bergamo contro l’Atalanta ma arrivava al Tre Fontane con tre vittorie nelle prime quattro gare. Stavolta, per, non c’ stata partita, con i ragazzi di Giuseppe Scurto (ex giocatore proprio della Roma e allenato da Alberto De Rossi ai tempi della Primavera giallorossa) travolti e la Roma che si avvicina nel modo migliore alla gara di Youth League di marted contro il Cska Mosca. A sbloccare il risultato stato Riccardi, rientrato dagli impegni della Nazionale Under 19 in Estonia e bravo a tenere basso il pallone e a scagliarlo di controbalzo alle spalle di Avogadri, non perfetto nell’occasione. Raddoppio su calcio di rigore dello sloveno Celar, che prima dell’intervallo ha anche rischiato di imitare Pastore con un colpo di tacco finito di poco fuori. Nella ripresa, con la Roma che aveva perso per infortunio il portiere Cardinali, dopo soli due minuti arrivato il 3-0 che ha di fatto chiuso la partita, segnato da Semeraro, bravo a recuperare il pallone sulla tre quarti e a chiudere un’azione passata nel frattempo per i piedi di Cangiano e di Celar. Poker di Marcucci su un altro calcio di rigore, stavolta concesso per fallo di Avogadri sullo stesso centrocampista giallorosso. Nel finale, il 5-0 della Roma ancora di Celar, alla quinta rete in tre partite giocate (ha saltato quelle contro Milan e Chievo per squalifica).

LE ALTRE GARE
In attesa del derby di Genova in programma luned, domani si giocano altre cinque partite: alle 13, con diretta su Sportitalia, spicca Fiorentina-Inter, rivincita delle ultime due finali scudetto. Altra rivincita, quella della finale di Coppa Italia tra Milan e Torino; Atalanta a Cagliari, completano il quadro Udinese-Napoli ed Empoli-Sassuolo. classifica
Juventus* 13; Atalanta, Roma* 12; Palermo* 9; Sassuolo, Inter 8; Torino 7; Fiorentina, Napoli 6; Cagliari 4; Milan, Udinese, Genoa 3; Sampdoria 2; Empoli 1; Chievo* 0.

*una partita in pi

 Marco Calabresi 

© riproduzione riservata


Link ufficiale: gazzetta.it