Kolarov pronto a dire addio alla Roma: lo vuole la Stella Rossa – La Gazzetta dello Sport


Il difensore è cresciuto nel club di Belgrado ma non ha mai debuttato in campionato. Adesso può coronare il suo sogno

Due stagioni e 81 partite in tutto, con 12 gol all’attivo. E se il bilancio di Aleksandar Kolarov con la Roma finisse qui? La possibilità c’è, anche se il terzino serbo ha ancora un anno di contratto con i giallorossi, con l’accordo che va in scadenza nel giugno 2020. A casa sua, in Serbia, molti giornali sono però certi che Kolarov possa essere il prossimo rinforzo della Stella Rossa. E non del Partizan, come si era ventilato negli ultimi due mesi, considerando anche la mediazione che Kolarov ha fatto tra il club bianconero e il suo agente, Sergio Berti. Che, tra l’altro, in questi giorni era proprio a Roma. Per l’addio di Daniele De Rossi, altro su assistito, ma anche per capire meglio il futuro del difensore serbo.

La tentazione

—  

Kolarov è arrivato a Roma nell’estate 2017 e nonostante un passato marchiato Lazio, è riuscito pian piano a conquistare la fiducia della gente giallorossa. La prima stagione è stata ottima, la seconda un po’ meno dal punto di vista del rendimento, ma non come gol, visto che il serbo ha segnato in questo 2018/19 ben 9 reti (8 in campionato e una in Champions League). Con la voglia di rinnovamento della Roma, potrebbe essere anche lui in partenza. Il d.g. della Stella Rossa, Zvezdan Terzic, è intervenuto alla radio romana Teleradio Stereo: “Le porte per Aleksandar sono sempre aperte, il mio desiderio è che torni qui”. Lì, nel ruolo di terzino sinistro, la squadra biancorossa sta cercando il sostituto di Milan Rodic, che sembra oramai in uscita. E Kolarov sarebbe felice di tornare. Già, perché quella è stata la sua prima squadra, quella in cui Kolarov è cresciuto da bambino e di cui è ancora tifoso. Tanto che parlando di De Rossi nei giorni scorsi aveva detto: “Lui ha avuto la fortuna di giocare sempre per la squadra che ama, mi sarebbe piaciuto farlo anche a me con la Stella Rossa, ma non c’erano le condizioni”. Adesso potrebbero verificarsi, permettendo a Kolarov di fatto di fare il suo esordio ufficiale nella squadra di cui è tifoso. Già, perché dopo averci giocato per cinque stagioni nelle giovanili, non è mai riuscito a farlo in un gara della prima squadra.


Link ufficiale: gazzetta.it