Koulibaly prova a trascinare. Meret, l’errore costa caro


Alex Meret, portiere del Napoli, 21 anni. Afp

Alex Meret, portiere del Napoli, 21 anni. Afp

Napoli senza attenuanti. Le speranze dei campani contro l’Arsenal nel ritorno dei quarti di finale di Europa League muoiono poco dopo la mezz’ora sulla punizione di Lacazette. E quell’episodio, anche se comunque gli uomini di Ancelotti non danno mai la sensazione di poter recuperare, fa da spartiacque.

TOP: LACAZETTE E KOULIBALY
Per questo motivo Lacazette risulta il migliore dei suoi, perch nel momento pi delicato della sfida, quando l’Arsenal ha appena perso il proprio giocatore migliore, Ramsey, per infortunio, lui va a prendersi una punizione per calciarla perfettamente da oltre 25 metri, lasciando di sasso Meret, non esente da colpe. Fra gli azzurri l’unico a provare a trascinare la squadra stato Koulibaly. Un suo contropiede iniziale potrebbe cambiare l’inerzia della gara, ma Callejon non riesce a essere perentorio. Kalidou per non si perde d’animo sovrastando fisicamente Aubameyang e provando anche nel finale di testa a segnare.


flop: MERET E AUBAMEYANG
Peccato indicare Meret, che invece era stato il top all’Emirates Stadium. Ma il posizionamento della barriera e il suo sulla punizione del gol di Lacazette sono decisamente discutibili e comunque inefficaci. Quel gol spezza le gambe al Napoli nel momento migliore e brucia ogni residua speranza di qualificazione. Aubameyang il giocatore double-face dell’Arsenal. Per certi versi le sue accelerazioni in contropiede sono spettacolari, ma sottoporta compie errori clamorosi, come quello in avvio di ripresa quando solo davanti a Meret, fa esaltare le doti nei riflessi del portiere friulano. Ogni volta che si ritrova di fronte Koulibaly esce ridimensionato dai duelli.

I VIDEO DI GAZZETTA TV

 Maurizio Nicita 

© riproduzione riservata


Link ufficiale: gazzetta.it