La Dea mercoled ritrova il Papu Gomez contro la Viola in coppa Italia


Alejandro Gomez, 31 anni, argentino di Buenos Aires, 5 gol in Serie A in questa stagione

Alejandro Gomez, 31 anni, argentino di Buenos Aires, 5 gol in Serie A in questa stagione

In casa Dea si pu sorridere per le condizioni di Gomez. L’argentino, non convocato per la trasferta di Torino dopo il risentimento ai flessori della coscia sinistra accusato nella ripresa di Atalanta-Milan, tornato in gruppo. A questo punto salgono sensibilmente le possibilit di vederlo in campo dal 1’ nella trasferta di Firenze, dove mercoled si giocher la prima semifinale di Coppa Italia contro la squadra di Pioli. Ieri il Papu ha preso regolarmente parte all’allenamento mattutino (palestra e partitelle) con chi non stato utilizzato nella sconfitta coi granata, mentre il resto del gruppo ha svolto una seduta di scarico. Oggi, a due giorni del match-one di Firenze, si replica (a porte chiuse) al centro Bortolotti di Zingonia.

chi entra, chi esce
Oltre al numero 10 argentino, nell’undici anti-Viola torneranno Toloi e Palomino, in panchina col Toro in favore di Djimsiti e Mancini. Il primo, ammonito in Coppa contro Cagliari e Juventus, sar squalificato. Stesso discorso per Freuler, anche per lui due cartellini gialli agli ottavi e ai quarti di finale. Al suo posto, probabilmente, altra chance per Pasalic. In mediana rientrer De Roon (out in campionato per squalifica), mentre sule fasce spazio ad Hateboer a destra e Castagne a sinistra (Gosens, k.o. con il Torino, non ci sar). Completano la formazione Berisha in porta, in difesa uno tra Mancini e Masiello (per ora ballottaggio) con Ilicic (nessuna preoccupazione per la botta subita sabato) e Zapata in attacco.


chance unica
Che partita sar? Prova a rispondere Ottavio Bianchi, ex calciatore e tecnico dell’Atalanta (1971-1973, 1981-1983) ed ex direttore tecnico e allenatore della Fiorentina (2001-2002): “A questo punto della stagione la Coppa Italia diventa l’obiettivo principale per entrambe. Senza Juve un’occasione unica per tutti, da non lasciarsi sfuggire. Si affrontano due squadre in forma, nonostante gli ultimi risultati dei nerazzurri. Mi aspetto due match aperti, dura pensare a una favorita: si parte 50-50”. Parecchia qualit, da una parte e dall’altra, soprattutto davanti. Il mister, per, si “allontana” dal singolo: “Un solo uomo non basta, guardate la Juve con l’Atletico: individualit superiori, ma Simeone ha chiaramente meritato. A Firenze vince chi giocher pi da squadra”. Parecchi duelli in campo, idem in panchina: “Pioli e Gasperini hanno fatto bene in carriera – conclude Bianchi -, con pi alti che bassi. Zero dubbi sul loro valore, sono due certezze del nostro campionato”.

I VIDEO DI GAZZETTA TV


Link ufficiale: gazzetta.it