“La mia famiglia è interista. Il mio idolo? Materazzi, per grinta e attaggiamento in campo” – Passioneinter.com


Gianluca Mancini è un nome che si trova con regolarità nel tabellino dell’Atalanta sotto la voce marcatori. La sua incisività in zona gol è fenomenale e la bravura in fase difensiva completa il profilo di un ragazzo giovane ma, senza ombra di dubbio, promettente e destinato a grandi palcoscenici se dovesse mantenere questa continuità di buone prestazioni.

Il giocatore dell’Atalanta è stato intervistato dalla Lega di Serie A, in un video apparso sul profilo ufficiale Youtube del campionato. Tra le parole del difensore, spicca un passaggio nerazzurro: “Segnare è una cosa che fa piacere, però la cosa principale per un difensore è saper difendere. Il gioco del mister è questo, vuole che i difensori partecipano alla manovra. Ora è anche un momento dove capisci che puoi segnare e quando ci sono certe occasioni ci vai con più convinzione. Il numero 23 è per Materazzi. A 16 anni decisi di tatuarmelo, perché a quell’età andavo a vedere le partite dell’Inter quando mio padre poteva portarmi allo stadio. La mia famiglia è quasi tutta interista. C’erano tanti campioni, ma i suoi atteggiamenti in campo e la sua grinta mi colpirono. Lo vedevo come un leader e questo mi piaceva molto. Zaniolo? Io l’ho visto in fase di sviluppo e rivederlo ora cresciuto mi ha fatto impressione, è un giocatore molto forte. Mercato? Sapere che c’è un po’ di interesse da certe squadre fa sempre piacere. Da noi giovani, dopo qualche buona prestazione, ci sono troppo rumors. Il mio presente è a Bergamo e penso a fare bene qua.”

LEGGI ANCHE – > LionRock Capital è il nuovo socio di minoranza: acquistato il 31,05% di Thohir

Tutte le news sull’Inter in tempo reale: iscriviti al canale Telegram di PassioneInter.com

LIVE MERCATO – SEGUI TUTTE LE NOTIZIE DI MERCATO DELL’INTER IN DIRETTA

GABIGOL BECCATO: LA SIMULAZIONE È CLAMOROSA!




Link ufficiale: gazzetta.it