La ospitano in casa, lei stupra nipote 14enne della coppia affetto da autismo


Era stata ospitata in casa loro perché non aveva un altro posto dove andare ma durante la permanenza nell’abitazione la donna avrebbe aggredito sessualmente il nipote 14enne della coppia affetto da autismo, abusando di lui. Per questo una 28enne statunitense dello stato del Texas, Jacqueline Flores Alonzo, è stata arrestata lunedì scorso dalla polizia locale e ora deve rispondere della pesante accusa di violenza sessuale su minore. I fatti sono avvenuti in una casa della città di San Antonio, nel sud dello stato americano, nell’estate scorsa ma sono venuti a galla solo di recente quando l’adolescente ha confessato e ricostruito l’accaduto con un operatore dei Servizi di protezione dell’infanzia che si stava occupando di lui dopo che gli è stato diagnosticato un autismo ad alto funzionamento.

Il ragazzo ha raccontato che la donna, che era stata ospitata in casa dai nonni dopo il suo rilascio dal carcere con l’accusa di prostituzione, avrebbe avuto un rapporto sessuale completo con lui nell’abitazione  mentre era presente il nonno. L’adolescente ha anche detto che il nonno li guardava mentre era seduto sul divano accanto a loro e successivamente avrebbe tentato di avere un rapporto sessuale a sua volta con la 28enne  che si sarebbe rifiutata. I servizi sociali hanno informato la polizia che dopo le indagini ha arrestato la donna. La polizia ha interrogato anche la madre del ragazzo che ha confermato che il 14enne le aveva già parlato dell’incontro. Interpellato dagli agenti, invece, il nonno ha smentito la ricostruzione del nipote e ha negato di sapere qualcosa sul presunto incontro sessuale, confermando però di essere stato presente in casa quel giorno.


Link ufficiale: https://www.fanpage.it/feed/