la pedina decisiva per la scalata all’Europa



Il solito Gabbiadini, quello che i tifosi della Samp ben conoscevano dalla sua precedente esperienza in maglia blucerchiata. Il ritorno a Genova dell’ex attaccante del Southampton ha regalato a Giampaolo una valida, nuova carta da giocare sul fronte dell’attacco, fra l’altro privo ancora per un mese del convalescente Caprari. In ben quattro gare dal suo arrivo in Italia, il bergamasco risultato decisivo per sbloccare (o chiudere) la partita della Samp.

decisivo
E’ successo a Firenze, dove a fine gennaio (per lui era la gara d’esordio stagionale in A) ha servito a Quagliarella il pallone del provvisorio 2-3 in casa dei vola. Poi ancora con l’Udinese (rete del 4-0 nel giorno del record di gol consecutivi da parte di Quagliarella) al Ferraris. Quindi, ancora con il gol-lampo a San Siro con l’Inter (Manolo entrato ed andato a segno 25″ dopo il suo ingresso in campo) e, infine, domenica scorsa, quando ancora una volta ha dato l’accelerazione decisiva alla partita, guadagnandosi il rigore poi realizzato dal capitano della Samp contro il Cagliari. Per Giampaolo, che vuole sempre avere a disposizione quattro attaccanti di ruolo in rosa, un acquisto fondamentale in una corsa verso l’Europa che la Samp vuole continua a tenere viva sino alla fine del campionato.


I VIDEO DI GAZZETTA TV

 Filippo Grimaldi 

© riproduzione riservata


Link ufficiale: gazzetta.it