La più grande ha tentato di proteggerli


Alivia Stahl, 9 anni, Xzavier e Mason, 6 anni. Sono i nomi delle vittime di un terribile incidente stradale avvenuto a Rochester, nello stato dell’Indiana, negli Stati Uniti. I tre bambini, fratelli e molto legati tra di loro, stavano attraversando la strada per andare a prendere lo scuolabus quando sono stati investiti da un pick-up. Sono morti tutti e tre sul colpo.

Al volante del grosso suv che li ha travolti Alyssa Shepherd, giovane automobilista di 24 anni che è stata incriminata con l’accusa di omicidio colposo e altri capi di imputazione: ora è in carcere. La ragazza si è immediatamente fermata per prestare soccorsi ma purtroppo è stato inutile: sottoposta ai test antidroga, è risultata perfettamente sobria e in grado di stare al volante. Negli Stati Uniti è severamente proibito sorpassare uno scuolabus in sosta e con i lampeggianti accesi, proprio a causa della possibile presenza di bambini che attraversano la strada. I genitori dei tre bimbi hanno voluto diffondere le foto dei tre piccoli, e la storia è subito rimbalzata su tutti i giornali americani suscitando profonda commozione. Nell’incidente è rimasto ferito un altro bambino, ma le sue condizioni non suscitano nessuna preoccupazione.

I genitori dei tre bambini morti hanno raccontato di Alivia, la più grande dei tre con i suoi nove anni: “Lei era come una mamma chioccia per loro, si tenevano per mano tutti i giorni mentre attraversavano la strada per prendere lo scuolabus. Pare che Alivia si sia messa davanti a loro, per fare da scudo con il suo corpo. Sembra che avesse capito cosa stava succedendo, e abbia agito da eroina. Anche se non è riuscita a salvare i suoi fratelli, resta un’eroina per noi”.


Link ufficiale: https://www.fanpage.it/feed/