La strana stagione dei Maldini: Paolo, Daniel e Christian sulle montagne russe – La Gazzetta dello Sport


Mentre la leggenda rossonera riflette sul futuro, i figli sono impegnati sul campo: anche per loro è stato un anno di alti e bassi

Non è semplice inquadrare il primo anno di Paolo Maldini da dirigente: il Milan è migliorato rispetto alle due stagioni precedenti, ma il quinto posto non è stato sufficiente per raggiungere l’obiettivo Champions League. I paletti imposti dal Fair play finanziario, poi, hanno impedito a Maldini (e in prima battuta a Leonardo, che era direttore tecnico) un’azione massiccia sul mercato, sebbene il club rossonero abbia finalizzato in un anno alcune operazioni economicamente importanti: Higuain, Caldara, Paquetà e Piatek su tutti. “Esperienza impegnativa e molto stancante”, sono state le parole di Paolo per definire questi mesi. In cui, detto per inciso, ha dovuto anche fronteggiare una controversa squalifica rimediata per proteste rivolte all’arbitro di Milan-Chievo in Primavera.

Gli eredi

—  

Ora Maldini riflette sulla possibilità di accettare l’incarico che gli è stato proposto dall’a.d. rossonero Ivan Gazidis: un ruolo di responsabilità tecnica ad alto livello. Ma se la sua stagione è stata ricca di alti e bassi, lo stesso si può dire di quella dei figli calciatori. Partiamo da Daniel, attaccante impegnato con la Primavera: il suo è stato un crescendo, ma alla fine è arrivata la delusione della retrocessione in Primavera 2. Daniel è esploso rispetto alla scorsa estate, è diventato titolare e ha segnato 8 reti (secondo miglior marcatore della squadra dietro a Tsadjout), assaporando pure la gioia della convocazione nella Nazionale Under 18. Peccato per l’amarezza finale: un infortunio gli ha impedito di aiutare i compagni a conservare la categoria. Christian, invece, di mestiere fa il difensore, come papà. Classe ‘96, la sua stagione è stata condizionata dal tracollo finanziario della Pro Piacenza, il club per cui era tesserato prima di passare al Fano con cui ha concluso l’annata, sempre in Serie C.


Link ufficiale: gazzetta.it