L’alba di un nuovo Milan: Leonardo via, Rino aspetta e la Uefa incombe – La Gazzetta dello Sport


Il d.t. lascerà, Maldini forse. Gattuso aspetta il confronto con Gazidis: settimana caldissima

È l’alba di un nuovo Milan. Quello attuale ha concluso la stagione con 68 punti, miglior score degli ultimi 6 anni, ma non è bastato per centrare il ritorno in Champions League. Si apre la settimana della riflessione, dell’analisi e dei nuovi passi da muovere, come ha dichiarato ieri sera l’a.d. rossonero Ivan Gazidis. Cosa succederà?

Dirigenti

—  

Quel che è pressoché sicuro è che il Milan ripartirà da un nuovo direttore tecnico: il tempo di Leonardo si chiuderà dopo meno di un anno di lavoro e il dirigente brasiliano annuncerà l’addio al club di via Aldo Rossi (l’ufficializzazione è attesa in giornata); poi, l’ex centrocampista potrebbe rimettersi subito al lavoro al Psg, tentato dal grande ritorno per sostituire l’attuale d.s Henrique. Da valutare la posizione di Paolo Maldini, che potrebbe seguire Leonardo e salutare, lasciando l’incarico di direttore strategico. L’area sportiva rossonera passerà molto probabilmente nelle mani del portoghese Luis Campos, d.s. del Lilla e artefice dei “successi” di mercato del Monaco e dello stesso Lilla.

Allenatore

—  

L’altro nodo principale da sciogliere è quello dell’allenatore: in programma (oggi o nei prossimi giorni) c’è l’incontro tra Gazidis e Rino Gattuso che attende di sapere se sarà al timone della squadra anche nel 2019-20. Anche al termine della sfida con la Spal, il tecnico calabrese non ha nascosto un certo ottimismo (“non ho la sensazione che questa sia stata la mia ultima partita da allenatore del Milan”) ma ha allo stesso tempo ha indicato la strada per proseguire il cammino di crescita che ha portato Romagnoli e compagni a sfiorare il quarto posto: “Con qualche innesto di esperienza possiamo dire la nostra, siamo ancora molto giovani”. La sua visione coinciderà con quella dei vertici e del nuovo d.s.? Di certo, l’uscita di scena dell’ex compagno, con il quale Gattuso ha vissuto un’annata complicata, può rilanciare Rino, che ha ancora due anni di contratto (stipendio da 2 milioni di euro).

Donne e vivaio

—  

Nell’agenda del club, atteso per domani, c’è anche un faccia a faccia con Carolina Morace, allenatore del Milan femminile fino a due settimane fa, quando è stato interrotto il rapporto di lavoro che la legava ai rossoneri: l’addio di Leonardo – col quale c’erano stati contrasti determinanti – apre le porte a un clamoroso ritorno. Infine, dopo la retrocessione della Primavera, ci sarà da rinnovare i vertici del settore giovanile, guidato in questa stagione da Mario Beretta.

Fair Play

—  

Con il quinto posto finale il Diavolo si è qualificato alla fase a gironi della prossima Europa League, ma dalla Uefa si attende la sanzione per il mancato rispetto dei parametri di Fair Play finanziario nel triennio 2015-18: la sentenza di Nyon è in arrivo e il fantasma dell’esclusione dalle coppe è di nuovo dietro l’angolo.


Link ufficiale: gazzetta.it