Lazio, Inzaghi difende il suo Ciro: “Immobile non si discute”


Ciro immobile ANSA

Ciro immobile ANSA

Qualche dubbio di formazione, l’incognita che accompagna sempre la prima partita dopo una sosta e poi, soprattutto, un avversario insidioso (“la vera sorpresa del campionato”). La vigilia di Parma-Lazio porta parecchi pensieri a Simone Inzaghi. Ma anche molte certezze. “La squadra sta bene – assicura il tecnico -, durante la sosta abbiamo lavorato in maniera intensa e pure i giocatori che sono stati in nazionale sono tornati in buone condizioni”. Anche se uno di loro, Immobile, non ha vissuto giorni felici, essendo stato di fatto bocciato dal c.t. Mancini. “Ma lui un guerriero – osserva l’allenatore -. Mancini ha fatto le sue scelte, come giusto che sia, ma ha anche detto che le gerarchie restano aperte. Sta a Ciro riconquistarsi il posto. E, conoscendolo, sono convinto che far di tutto per riuscirci. E’ il capocannoniere dell’ultimo campionato e, se non si fosse fatto male nell’ultimo mese della scorsa stagione, avrebbe lottato fine alla fine pure per la Scarpa d’oro. Uno cos non si discute”.

i dubbi
Sono tre, uno per reparto. Ma mentre i primi due sembrano in fase di risoluzione (Luiz Felipe in vantaggio su Wallace in difesa, mentre Patric sembra averla spuntata su Marusic per la fascia destra del centrocampo), il terzo nodo sar sciolto solo poco prima del match. Per fare da spalla a Immobile sono infatti in lizza tre giocatori: Luis Alberto, Correa e Caicedo. “Stanno bene tutti e tre – premette Inzaghi -. Luis l’anno scorso stato uno dei pi importanti per noi, da marted rientrato a pieno regime e sta decisamente meglio. Correa cresce di giorno in giorno e lo ha fatto pure durante la sosta. In quanto a Caicedo molti lo scoprono solo adesso, ma per me non affatto una sorpresa, l’ho sempre tenuto in grande considerazione. Non sar una scelta facile”. Come non sar facile affrontare il Parma. “E’ la sorpresa del campionato, una formazione molto ben organizzata, ottimamente diretta da D’Aversa che conosco bene. Sar una partita difficile”. La Lazio avr per la spinta di 4 mila tifosi che raggiungeranno la citt emiliana. “Non una novit, perch in questi anni i nostri tifosi non ci hanno mai lasciati soli. Sar bello vederne cos tanti in trasferta. Non possiamo deluderli”.


 Stefano Cieri 

© riproduzione riservata


Link ufficiale: gazzetta.it