Lazio-Juve, Jessica Immobile e Georgina Rodriguez: “Ma wags a chi?”


Oltre al minimo comun denominatore (l’etichetta di wags) c’ molto di pi. Le protagoniste della sfida impossibile tra Lazio e Juve, quella che si giocher nella tribuna vip dell’Olimpico stasera alle 20.30, sono loro: Jessica Melena, la signora Immobile e Georgina Rodriguez, lady Cr7. La bellezza “nostrana” contro la “marziana”. Cos simili, cos diverse. Perch, a partire dalla passione per la moda, le assonanze e i punti di contatto tra le due capitane non mancano.

Jessica Immobile. Jessica Immobile.

Jessica Immobile.

le origini semplici
Primo punto in comune: le origini. Sia Jessica sia Gio (cos come la chiama Cristiano Ronaldo) provengono da famiglie semplici. La prima nasce a Bucchianico, in provincia di Chieti in Abruzzo, la seconda a Buenos Aires, in Argentina, ma cresce a Jaca, paesone a 820 metri che guarda i Pirenei Aragonesi. Infanzie dignitose, ma molto lontane dall’essere considerate agiate. “Della compagna bombastica di un calciatore – dichiara la signora Immobile – non ho nulla. Mio pap faceva il postino, mia mamma la cuoca. Ho ricevuto un’educazione severa: se non avevo finito di studiare e pulire casa, non uscivo. Questa dimensione umile mi rimasta”. Georgina invece figlia di un ex calciatore argentino (giocava nella seconda squadra del Racing Avellaneda) che si trasferito in Spagna per tentare senza successo la carriera da professionista e poi da allenatore e di una casalinga. Finito il liceo inizia a lavorare al Sansanet, un bar di Jaca dove ancora la ricordano come “una gran lavoratrice”. Il suo obiettivo quello di metter via un po’ di soldi e volare in Inghilterra per imparare la lingua. A Bristol, nel 2015, lavora come ragazza alla pari in una famiglia, si occupa dei due gemelli ma anche delle faccende domestiche: “Non ho problemi se devo fare le pulizie”, ricorda la Rodriguez.


Georgina Rodriguez. Georgina Rodriguez.

Georgina Rodriguez.

Georgina Rodriguez.

la danza e i balletti
La passione per la danza e i balletti su Instagram Jessica, da ragazzina, pratica per molti anni ginnastica ritmica e studia danza: “Sognavo di diventare una ballerina. Ma ho capito presto che non era la mia strada – racconta – e ho mollato”. L’anno scorso, dopo l’estate, il suo nome accostato a Ballando con le stelle: “A dire il vero non avrei mai potuto accettare – confessa lei –, l devi ballare abbracciata a un uomo e mio marito non sarebbe d’accordo. abbastanza geloso”. La sua consolazione? Improvvisare (spassosi) balletti, con Ciro e le bimbe, per poi postarli sul proprio Instagram da 706 mila follower. La danza classica si rivela fondamentale soprattutto nella vita di Georgina. A Jaca, a 4 anni, s’iscrive all’Accademia di Susana Ara, per poi abbandonarla a 17. In mezzo, ore e ore di allenamento e sudore, i saggi con i maestri della Royal Academy of Dance di Londra e otto gradi d’insegnamento superati. Poi la scelta: tra scarpette e palco o tacchi e passerella, Georgina sceglie la seconda strada. Il sogno di sfilare le fasce da reginette Nel 2009 Jessica Melena si butta e vince una selezione a Miss Mediterraneo presso il Lido Luigi di Roseto degli Abruzzi. Due anni dopo conquista anche la fascia di Miss Peugeot e pure una sfilata a Chieti “Miss Settembre Scalino”. Ma nonostante la prorompente bellezza, la sua priorit resta lo studio; s’iscrive all’Universit de l’Aquila e arriva all’ultimo anno di Criminologia: “Perch ho abbandonato? Ciro mi voleva sempre con lui – si giustifica – ma il mio sogno nel cassetto quello di laurearmi. Vorrei farlo per i miei genitori. Hanno fatto tanti sacrifici per farmi studiare”. Gio invece ha da sempre le idee chiare, a 16 anni realizza il primo book, ma c’ un intoppo: per lavorare come modella si deve trasferire a Madrid. E non pu permetterselo economicamente. Non ancora. “Chi da ragazza non spera di poter lavorare con la sua immagine? Se qualcuno lo nega mente di sicuro”, dice l’argentina. E almeno in parte, qualche anno dopo, riuscir a realizzare il suo sogno. Va a vivere nella capitale spagnola e inizia a lavorare per un’agenzia. Sfilare in passerella per impossibile per via della sua altezza (solo un metro e 70), ma per pubblicit e cataloghi perfetta.

Cristiano Ronaldo e Georgina Rodriguez.

Cristiano Ronaldo e Georgina Rodriguez.

Tra fornelli e allenamenti
Da buona abruzzese, la signora Immobile ai fornelli se la cava, eccome! E con il suo maritino d vita a sfide in stile Masterchef: “Mi piace cucinare, mi vengono bene i dolci e le crostate. Ciro bravissimo: il suo risotto ai funghi imbattibile. E poi si mette pure a pulire…” aggiunge orgogliosa. E Lady Ronaldo? Non si trovano dichiarazioni n foto sul suo Instagram da 8,9 milioni di follower che attestino la sua “frequentazione” in cucina. Non c’ nulla. Discorso inverso per l’allenamento in palestra. Gio una maniaca della forma, come del resto il fidanzato. Nel novembre del 2017, a soli nove giorni dal parto della figlia Alana Martina, la sua pancia era gi piatta. Che tipo di allenamento segue? Lo diversifica: ballo, palestra con pesi e bilancieri, nuoto. Alterna movimento aerobico e anaerobico. E i risultati si vedono. Meno “determinata” pare invece essere Jessica: “Non sono una vera sportiva, ma mi sono rassegnata alla palestra: faccio pesi con un personal trainer due volte la settimana. E sbuffo tutta l’ora”. Il risultato? Senza far fatica sfoggia un fisico da Barbie.

Ciro Immobile e Jessica MelenaCiro Immobile e Jessica Melena

Ciro Immobile e Jessica Melena

Ciro Immobile e Jessica Melena

Pescara e Madrid le citt del cuore
L’amore tra Ciro e Jessica prende il via nel 2011, quando Ciro veste la maglia del Pescara: “Ci ha presentato un amico in comune, in un ristorante. Abbiamo fatto appena in tempo a dirci ‘piacere’ – ricorda lei – che Ciro stato assalito dai tifosi. Alla fine abbiamo fatto una passeggiata insieme, mangiato un cornetto e parlato fino all’alba. Tre giorni dopo ci eravamo dati a malapena un bacetto ma lui mi scrive: ‘Sarai la madre dei miei figli'”. Un veggente. Perch nel giro di due anni, ecco la nascita di Michela, le nozze e l’arrivo di Giorgia. Suona come la favola di Cenerentola la love story tra Gio e Cristiano. Dove si sono conosciuti? Nella boutique di Gucci a Madrid dove lei lavorava nel 2016 come commessa. Il feeling immediato, ma il colpo di fulmine scocca, qualche settimana dopo, a un party di Dolce&Gabbana. Qui Ronaldo, che ha gi rotto con la top Irina Shayk, si lancia alla conquista di Georgina. I due iniziano a frequentarsi e i paparazzi non li mollano mai. Il risultato? Gucci deve licenziarla perch la situazione nel negozio (per via dei fotografi) diventa ingestibile. Ronaldo si sente in colpa e le trova un altro lavoro nella boutique di Prada. Il resto storia…

Georgina Rodriguez.

Georgina Rodriguez.

le dolci dediche social
Jessica e Ciro sono una delle coppie pi unite della Serie A. Lui gioca col numero 17 perch il 17 (luglio 1990) il giorno del compleanno della mogliettina. E poi le loro dediche social, quelle non lasciano spazio a dubbi: “Faccio fatica a spiegare al mondo quanto ti amo”, scrive il bomber sul suo Instagram. Ma lei replica messaggio dopo messaggio: “Non sono ancora 10 anni, ma questi ultimi 7 anni sono stati meravigliosi. Abbiamo costruito una famiglia meravigliosa, siamo cresciuti insieme.Ti amo”. Serve altro? Tra Georgina e Ronaldo invece, la persona pi espansiva della coppia, pare essere lei. “Se ho lui accanto ho tutto – confessa –, ci completiamo alla perfezione. Non mi mai importato delle sue ex. I suoi bambini (Cristiano jr e i gemelli Eva e Mateo, ndr)? Per me sono una benedizione”. Decisamente pi tiepido, almeno a parole, CR7. Sentite come ha smentito le voci di nozze con Gio: “Grazie al cielo ho tutto. Sposarmi? In futuro non so se succeder, per ora non nei miei piani”. Alla faccia dell’entusiasmo…

Jessica Immobile.

Jessica Immobile.

Dolcissima vita ma…
Non c’ dubbio: sia Jessica sia Lady CR7 – tra viaggi, vestiti griffati, diamanti – conducono una vita agiata. Ma comunque molto diversa. Per Georgina tutto extralusso e blindatissimo: bodyguard, cene stellate, voli privati, villa torinese pi simile a una fortezza che a una casa. Per la signora Immobile invece, meno sfarzo e un modo di vivere pi semplice. Tutto casa-figlie-stadio. O quasi. Entrambe per non dimenticano da dove sono partite e il vero valore delle cose. “Tra le wags – conclude Jessica – conta il gossip, la borsa pi bella, il fisico pi tonico. Se non mantieni una distanza, entri in competizione e vivi per questo. I nostri mariti ci hanno cambiato la vita. Ma non siamo belle statuine”. Principio condiviso da Gio: “Se non posso indossare Chanel, compro vestiti da Zara. Perch vantarti di qualcosa che non ti appartiene?”. Guai a metterlo in dubbio: anche le wags hanno la testa! Eccome.

 Lorenzo Franculli 

© riproduzione riservata


Link ufficiale: gazzetta.it