Lazio, Milinkovic-Savic e Caicedo ai box, ma c’ ottimismo in vista Milan


Simone Inzaghi, allenatore della Lazio, con Milinkovic-Savic. Afp

Simone Inzaghi, allenatore della Lazio, con Milinkovic-Savic. Afp

Ottimismo per Caicedo, piccolo allarme per Milinkovic. In attesa di riprendere la preparazione (appuntamento fissato per domani pomeriggio a Formello) in casa Lazio tiene banco la situazione degli infortunati. Dopo aver recuperato la settimana scorsa Leiva e Badelj, Inzaghi deve ora fare i conti con lo stop di Caicedo e con quello (ancora da verificare) di Milinkovic. L’attaccante ecuadoriano si bloccato in allenamento gioved scorso, alla viglia del match di Europa League con il Marsiglia. Ha un problema all’adduttore, ma non dovrebbe trattarsi di stiramento, solo di una forte contrattura. Caicedo si sottoporr domani ad esami pi approfonditi e soltanto in quel momento si sapr con esattezza l’entit dell’infortunio. Se, come sembra, lo stiramento dovesse essere scongiurato, il giocatore dovrebbe sicuramente essere disponibile per la ripresa del campionato che per la Lazio prevede la delicata partita con il Milan all’Olimpico il 25 novembre.

CASO MILINKOVIC
Anche per Milinkovic la situazione non sembra grave. Il centrocampista, in ritiro con la Serbia, alle prese con un problema a un ginocchio. Niente di particolarmente allarmante, pare. Tanto che il giocatore non ha abbandonato il ritiro con la Serbia. Il c.t. serbo Krstajic ha escluso un suo impiego nel primo dei due match in programma nei prossimi giorni, quello con il Montenegro, ma spera di poterlo avere a disposizione per quello successivo con la Lituania. Se per il problema dovesse persistere Milinkovic torner in Italia in anticipo. Se ne sapr di pi nelle prossime ore.


 Stefano Cieri 

© riproduzione riservata


Link ufficiale: gazzetta.it