lei afferra un coltello da cucina e lo pugnala in faccia


Di fronte alle sue continue avances, il fidanzato aveva assunto un atteggiamento restio, rifiutandosi a più riprese di avere un rapporto sessuale con lei. Tanto è bastato per far infuriare una giovane donna statunitense di 27 anni che al culmine dell’ira è arrivata ad afferrare un coltello da cucina e a pugnalare il ragazzo in faccia, lasciandolo in una pozza di sangue. È quanto accaduto nei giorni scorsi in un’abitazione di Vero Beach, lungo le coste dello stato della Florida, in Usa. Protagonista della storia di violenza famigliare Katherine Tavarez, arrestata dalla polizia locale e ora in una cella del penitenziario della contea di Indian River con l’accusa di aggressione aggravata dall’uso di un’arma mortale.

A lanciare l’allarme nella notte tra giovedì e venerdì era stato proprio il suo ragazzo subito dopo l’aggressione. “Venite mi ha colpito con un coltello al volto, non riesco a vedere” ha urlato l’uomo al numero di emergenza. Quando la polizia e i soccorritori medici sono accorsi sul posto, lui era ricoperto di sangue a causa delle ferite inferte al volto. Soccorso e trasportato in ospedale, le sue ferite sono state giudicate gravi dai medici. La stessa vittima ha spiegato che la donna, dopo i suoi rifiuti, si è ubriacata, ha iniziato a insultarlo e infine lo ha aggredito. In casa gli agenti hanno trovato anche il grosso coltello ancora sporco di sangue. La 27enne invece era andata a casa sua ed è stata trovata con gli abiti ancora sporchi di sangue


Link ufficiale: https://www.fanpage.it/feed/