“L’infortunio mi fa soffrire, ma spero di tornare a febbraio”


Mattia Caldara parla del suo lungo stop, dopo l’arrivo al Milan, che praticamente non l’ha potuto mai vedere protagonista in questa stagione. “Domani tolgo il tutore, gi per me una conquista, poi ci vorr ancora qualche mese ma non voglio dare tempi precisi – ha reso noto il difensore ai margini della Festa dello Sport di Roma -. un infortunio dal quale voglio recuperare alla perfezione, non voglio accelerare altrimenti rischio le ricadute e sono peggiori. Cercher di tornare il prima possibile ma con attenzione”. Cos Caldara nel frattempo vede i compagni dalla tribuna. “Soffro in tutte le gare, ieri contro la Lazio soprattutto. Prendere un gol negli ultimi minuti stato un peccato, fa male, ma abbiamo fatto una grande gara di sacrificio. Ho visto il gruppo molto unito, conta questo”.

Mattia Caldara nell'unica presenza col Milan in Europa League contro il Dudelange. Lapresse

Mattia Caldara nell’unica presenza col Milan in Europa League contro il Dudelange. Lapresse

milan
Caldara non per l’unico infortunato rossonero. Il Milan in piena emergenza. “Purtroppo s, siamo in un momento di difficolt. Abbiamo parecchi infortuni ma i ragazzi stanno sempre giocando al massimo, faccio i complimenti a tutti”. Stare fuori non toglie la voglia di calcio al difensore ex Atalanta. “Voglio sempre aiutare e giocare con i miei compagni, soprattutto in questo periodo. Ora per devo solo pensare a lavorare al meglio per tornare ai miei livelli e aiutare il Milan”. Il ritorno in campo? “Non mi piace dare date, ma credo per febbraio”. Chiusura sulla Nazionale, con cui Caldara ha gi giocato nel corso Mancini. “Vedo una svolta a livello di gioco. Mi auguro di riuscire insieme agli altri a riportare l’azzurro dove merita”.


 Gasport 

© riproduzione riservata


Link ufficiale: gazzetta.it