Linguacce, rossi e scontri social: Nainggolan ritrova l’odiata Juve


Radja Nainggolan, 30 anni, esulta dopo un gol alla Juve ANSA

Radja Nainggolan, 30 anni, esulta dopo un gol alla Juve ANSA

Nainggolan e la Juve è una storia di linguacce, di rossi, di rifiuti, di insulti e di duelli social. Nainggolan e la Juve è in una frase che il belga disse alla Gazzetta, in un’intervista dello scorso ottobre: «Ne ho subite talmente tante che dopo un po’ non ce la fai più. Mi hanno cercato per cinque anni di fila, ho sempre detto di no e forse è per quello che ce l’hanno ancora con me». E ancora, in un’altra occasione pubblica: «La Juve è come una ragazza che non mi piace, non mi vedrete mai con quella maglia».

LINGUACCIA E ROSSO
Nainggolan e la Juve è prima di tutto un bilancio sportivo: tre vittorie in 16 partite. L’ultima un 3-1 nel 2017 con la Roma, Spalletti allenatore: Nainggolan segna e poi esulta con la linguaccia proprio sotto il settore dei tifosi juventini. Meno bene un anno fa, quando la Juventus festeggiò all’Olimpico il suo settimo scudetto: 0-0 che Nainggolan non digerisce, al punto di rimediare un rosso (doppia ammonizione) in una partita dai contenuti agonistici non esaltanti. La prima delle tre vittorie arrivò il 30 agosto 2015: la Roma vinse 2-1 all’Olimpico, alla fine della partita il Ninja prese lo smartphone, aprì l’applicazione di twitter e commentò con un sarcastico «ooopss», scatenando le risposte dei tifosi bianconeri.


SUI SOCIAL
E’ solo uno dei mille scontri dialettici. Come quando il belga fu provocato per un mancato rigore concesso e rispose a un tifoso juventino: «Tu ne sai qualcosa vero?». E ancora, riferendosi alla partita persa 3-2 allo Stadium: «Quelle tre pere erano marce». Durante un ritiro precampionato ne fece un’altra. Quando si avvicinò un tifoso per fargli autografare una maglia della Juve, replicò: «Questa non posso firmartela. Ami il calcio, ma ami la squadra sbagliata». La squadra sbagliata è quella che affronterà sabato, per blindare la Champions con l’Inter. Prima, chissà, di nuovi duelli social…


Link ufficiale: gazzetta.it