M5s erede della peggiore sinistra, Casalino dovrebbe andare a casa


Dopo aver chiuso una prima bozza di accordo con la Lega per la preservazione delle alleanze elettorali sui territori, torna anche a parlare in pubblico il leader di Forza Italia Silvio Berlusconi. Intervenendo a Fiuggi alla manifestazione “L’Italia e l’Europa che vogliamo”, organizzata da Antonio Tajani, il Cavaliere attacca duramente il Movimento 5 Stelle e non risparmia frecciatine al governo di intesa con la Lega di Matteo Salvini. “Ci sono due squadre”, spiega Berlusconi, “una della Lega, che si è presentata con un programma che è stato scritto al 95% da noi di Forza Italia, l’altra del Movimento 5 Stelle, che si sta rivelando peggiore di quanto avevamo solo immaginato”. Nella sua lettura, infatti, i grillini sono “peggio della sinistra, nemici delle imprese e delle infrastrutture che servono al paese, ferocemente giustizialisti, critici in modo assoluto nei confronti dell’Unione Europea e propensi alle nazionalizzazioni”, che rappresenterebbero un danno per l’intero sistema economico e produttivo italiano. Un governo che, spiega Berlusconi, “preoccupa molti leader europei e anche solo con gli annunci ha provocato danni molto gravi, sono calati i consumi e gli istituti finanziari esteri hanno ritirato oltre 100 miliardi di investimenti”.

Durissimo anche il giudizio rispetto al caso che vede protagonista il portavoce del Presidente del Consiglio: “In una democrazia, il signor Rocco Casalino dovrebbe già stare fuori dalla porta con la valigia in mano. Oltre a offendere i funzionari del ministero ha minacciato il loro allontanamento”. Il punto, per Berlusconi, è che non ha senso “la minaccia di ritorsioni nel caso in cui non si trovassero i soldi per le promesse che lo stesso Movimento 5 Stelle aveva inventato per trovare i voti in campagna elettorale”.


Link ufficiale: https://www.fanpage.it/feed/