ma Pastore e Perotti ci provano


Javier Pastore e Diego Perotti.

Javier Pastore e Diego Perotti.

Ancora ventiquattro ore. Poi la Roma sapr per quanto tempo dovr fare a meno di Dzeko ed El Shaarawy. Oggi, come Pellegrini, non si sono alzati dal lettino del fisioterapista, per sapere se e quanto profonda la lesione al flessore (sinistro per El Shaarawy, destro per Dzeko) dovranno attendere gli esami di domani, ma certamente contro l’Inter non ci saranno. Stesso discorso per De Rossi, mentre Pastore e Perotti proveranno almeno a strappare un posto in panchina.

cauto ottimismo
Gli argentini, alle prese entrambi con una lesione al polpaccio, stanno meglio e l’ex Psg oggi tornato a forzare un po’ i ritmi in campo. Sembra leggermente pi a suo agio, ma nessuno a Trigoria si sbilancia. Di certo, se le risposte all’allenamento di oggi dovessero essere buone, Pastore potrebbe tornare in gruppo ed essere almeno convocato contro l’Inter, per poi essere a tutti gli effetti disponibile a Cagliari. Stesso discorso per quanto riguarda Perotti, anche se con appena due presenze stagionali tutti, lui compreso, ci vanno con i piedi di piombo.


dubbi
Di certo contro l’Inter non giocher dal primo minuto, anche se Di Francesco ha gli uomini contati. Molto dipender dalla posizione di Florenzi: in difesa, con Manolas, pu giocare Juan Jesus, il trequartista sar Zaniolo, se l’ex capitano della Primavera giocher alto, con Schick punta centrale, in difesa ci sar Santon. Se, invece, Florenzi rester terzino, davanti toccher a nder, ancora parecchio gi per l’errore di ieri, e Kluivert. Al contrario della sfida con il Real, niente tutto esaurito contro gli ex Spalletti e Nainggolan: difficile che si tocchi quota 50mila spettatori.

 Chiara Zucchelli 

© riproduzione riservata


Link ufficiale: gazzetta.it