Maltempo, scuole chiuse mercoledì 31 ottobre per allerta meteo: la decisione delle regioni


Continua l’emergenza maltempo in alcune regioni italiane, dove è ancora allerta per il forte vento e le piogge. A destare maggiore preoccupazione sono le mareggiate e i corsi d’acqua per possibili esondazioni. Per questo, alcuni comuni, soprattutto al Nord, hanno deciso di tenere chiuse le scuole di ogni ordine e grado anche per la giornata di domani, mercoledì 31 ottobre, dopo aver provveduto alla sospensione delle attività scolastiche sia ieri che oggi. Alcuni studenti, dunque, potranno usufruire di un super ponte di Halloween. L’elenco delle regioni in cui le scuole resteranno chiuse è stato ufficializzato dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca sul proprio sito internet.

In Trentino Alto Adige, e in particolare nella provincia di Trento, la Protezione civile è ancora al lavoro per ripristinare l’erogazione di elettricità e gas laddove è interrotta. Pertanto, gli istituti scolastici osserveranno la chiusura anche domani. Lo stesso provvedimento è stato già adottato da alcuni comuni del Veneto, in particolare da Eraclea, Fossalta di Piave, Jesolo, Musile di Piave, Noventa di Piave e San Donà di Piave, tutti centri in provincia di Venezia e bagnati dal Piave, il cui livello è tenuto sotto osservazione dagli esperti. In Liguria, tra i territori più colpiti dalla furia del maltempo, le scuole resteranno chiuse anche domani a Savona e nei comuni di Vado Ligure, Albissola, Varazze, Finale Ligure e Celle. Istituti aperti, invece, a Imperia e a La Spezia salvo, naturalmente, un peggioramento delle condizioni meteo nelle prossime ore che comporti l’allerta arancione o specifiche condizioni che dovessero verificarsi in singoli comuni legate all’agibilità dei plessi o alla percorribilità delle strade. Nel Lazio, le scuole resteranno chiuse nel comune di Sezze, in provincia di Latina. Tuttavia, questo elenco potrebbe cambiare nelle prossime ore con il possibile peggioramento delle condizioni meteorologiche.

Si ricorda che i giorni persi di lezione per meteo avverso non si devono recuperare, né ora né durante le vacanze di Natale, come alcuni avevano ipotizzato. Le assenze determinate da questa decisione, comprensive di quelle di docenti, studenti e personale ATA, sono pienamente legittimate. Pertanto, non devono essere giustificate e nemmeno essere oggetto di decurtazione economica o di recupero.


Link ufficiale: https://www.fanpage.it/feed/