Martin, pole (l’ottava 2018!) con record. Solo sesto Bezzecchi. Italiani in seconda e terza fila


Una prima fila tutta “straniera” a Misano in Moto3 sa di beffa. E fortuna che a Kornfeil è stato tolto il secondo miglior tempo per il superamento dei limiti della pista.

Moto3: Martin, pole (l’ottava 2018!) con record. Solo sesto Bezzecchi. Italiani in seconda e terza fila

Dove sono i nostri “giovani leoni” tanto attesi e acclamati a Misano, per molti il circuito di casa? Sul cielo ventoso e terso, con i nuvoloni gonfi a due passi sopra l’Adriatico, non sventola sul pennone il tricolore virtuale perché lo spagnolo Jorge Martin non fallisce l’appuntamento con la pole – l’ottava stagionale, 17esima in carriera! – con un magistrale tocco finale (1’41.823), record della pista, una mazzata per tutti, specie per i nostri e per il suo diretto avversario in campionato Marco Bezzecchi, solo 6° tempo a mezzo secondo di distacco (+0.495).

Una prima fila tutta “straniera” a Misano in Moto3 sa di beffa. E fortuna che a Kornfeil è stato tolto il secondo miglior tempo per il superamento dei limiti della pista. E fortuna ancora che McPhee non è stato della partita per guai tecnici all’inizio del turno e che gente sempre in evidenza in qualifica come Oettl e Rodrigo siano caduti.

Moto3: Martin, pole (l’ottava 2018!) con record. Solo sesto Bezzecchi. Italiani in seconda e terza fila

Buon per i sempre agguerritissimi Rodrigo (+0.311) e Canet (+0.447), male per i nostri, appunto, stretti stretti nell’abbraccio degli odierni sconfitti, padroni della seconda e terza fila: 4° Di Giannantonio grazie al guizzo finale; 5° Bastianini (+0.471) che evidentemente dimentica la sua sberla del 2017 che gli fruttò una gran pole (1’42.147); 6° – come già detto – Bezzecchi che paga anche l’eccessivo … altruismo – meglio definirla ”ingenuità” – di aver voluto più volte tirare i due compagni Ktm della stessa VR46 academy Bulega (7° tempo +0.532) e Foggia (12° davanti ad Arbolino); 8° Dalla Porta (+0619) sempre con ottimi sprazzi che poi quasi mai trovano la collocazione fra i primissimi.

Tant’è. “Domani è un altro giorno si vedrà” recitava il solito motivetto che si fischiava da ragazzi. Sì, la corsa è domani. Ma Martin, rimessosi anche fisicamente dopo la frattura al polso sinistro rimediata a Brno, non fa sconti e intende già domani a Misano accorciare le distanze dal leader della classifica Bezzecchi se non addirittura superarlo tornando di nuovo in vetta. Gli altri italiani: 17° Antonelli, la wild card Zannoni sulla debuttante pesarese Tm 20esimo, 21° Migno, 29° Montella quindi Nepa fanalino di coda. Insomma, non proprio una delusione, queste qualifiche Moto3. Una mezza delusione, sì. Domani è lecito attendersi un gran recupero dei “nostri”. Con gli interessi. Sarà gran battaglia.




Link ufficiale: http://www.blogo.it/rss