Meteo, tempo stabile e temperature miti fino a venerdì. Poi arriva il freddo dai Balcani


Il tempo stabile e mite portato dal fronte di alta pressione di origine africana sarà protagonista sull’Italia anche nei prossimi giorni dopo una lunga fase caratterizzata dal maltempo, che ha ingrossato il fiume Po al punto che la Protezione Civile ha diramato l’allerta arancione su alcuni settori del Veneto per il passaggio della piena. Come spiega Meteo.it, in provincia di Rovigo la terza ondata si è verificata nella notte tra sabato e domenica e il livello del fiume continua ad essere costantemente monitorato.

Intanto si fa la conta dei danni per il forte maltempo che, nello scorso weekend, ha colpito Genova. Le piogge abbondanti e battenti hanno infatti causato numerose, piccole frane e smottamenti. In Val Varenna, sulle alture del capoluogo, la frazione di San Carlo di Cese, dove vivono circa 300 persone, è rimasta parzialmente isolata per il cedimento della strada carrabile che la collega alla città. Si continua anche a cercare un uomo che potrebbe essere stato travolto dalle acque del torrente Varenna.

Per i prossimi giorni è atteso un periodo decisamente più tranquillo e contraddistinto da un clima eccezionalmente mite per la stagione, almeno fino a giovedì; le temperature infatti sono previste in netta crescita, con valori al di sopra della norma anche di 5/6 gradi, soprattutto intorno a metà settimana al Nord e nelle Alpi dove lo zero termico si porterà tra i 3500 e i 4000 metri di quota (un livello tipico da piena estate). Le condizioni di stabilità previste, tuttavia, favoriranno la comparsa di nebbie localmente anche fitte, e di strati di nubi compatte su pianure e valli del Centro-Nord. Le informazioni ad oggi disponibili agli esperti indicano come probabile uno spostamento dell’alta pressione nella giornata di venerdì verso il centro-nord Europa. Questo scenario lascerebbe il nostro Paese esposto a più fredde correnti orientali dai Balcani, con un conseguente sensibile calo delle temperature a partire dalle regioni adriatiche e un aumento dell’instabilità al Sud.


Link ufficiale: https://www.fanpage.it/feed/