Mi ha costretto a fare sesso con lei con un coltello puntato, 61enne denuncia la fidanzata


“Sono stato violentato, mi ha costretto a fare sesso con lei mentre mi puntava contro un coltello”, così un 61enne riminese ha raccontato alla polizia un presunto episodio di violenza ai suoi danni da parte della fidanzata, una donna più giovane di lui di sette anni. Secondo il racconto dell’uomo, riportato dal Resto del Carlino, l’episodio sarebbe solo il culmine di un atteggiamento prevaricatore andato avanti per mesi e fatto di continue umiliazioni. Dopo aver ottenuto la separazione dell’uomo dalla moglie, la donna avrebbe iniziato a perseguitarlo come se fosse una sua esclusiva proprietà, pedinandolo ovunque e imponendogli precisi comportamenti.

La goccia che ha fatto traboccare il vaso, stando sempre alle rivelazioni del giornale, sarebbero state però le sue pretese sessuali che con il passare del tempo si sono fatte sempre più esigenti. La donna si sarebbe rivelata un’amante insaziabile al punto che l’uomo avrebbe iniziato ad oppure resistenza a quelle continue richieste. A questo punto la signora avrebbe cominciato letteralmente a violentarlo, arrivando prima a  minacciarlo e infine a costringerlo a fare sesso puntandogli addosso un coltello. La vittima alla fine non ce l’ha fatta più e ha deciso di mettere fine alla storia denunciando la donna.


Link ufficiale: https://www.fanpage.it/feed/