Milan, 30 anni fa il 4-0 alla Steaua: da Gullit a Baresi, cosa fanno oggi gli eroi di Barcellona? – La Gazzetta dello Sport


Il 24 maggio 1989 i rossoneri dominarono la finale di Coppa dei Campioni. Qualcuno è diventato allenatore, altri sono opinionisti, altri ancora sono… spariti

È stata la prima Coppa dei Campioni dell’era Sacchi, la terza nella storia di un club che a oggi ne può vantare ben 7 in bacheca. Il 4-0 del Milan alla Steaua, però, è stato molto di più: è una delle migliori sintesi del credo calcistico rivoluzionario di Arrigo Sacchi, che seppe unire alle vittorie un gioco affascinante e piacevole. Quel capolavoro oggi compie 30 anni: il 24 maggio 1989, infatti, il Diavolo diventava padrone di Barcellona, con le doppiette di Gullit e Van Basten. Un esodo “biblico” di oltre 90mila rossoneri al Camp Nou, perché dalla Romania non vennero tifosi della Steaua e c’erano, dunque, più biglietti disponibili.

I miti “cresciuti”

—  

Ma che fanno, oggi, gli eroi di Barcellona? Tra i 13 che sono scesi in campo, Ancelotti è l’unico allenatore che sta guidando una squadra. Tassotti, invece, è il vice di Shevchenko, c.t. dell’Ucraina. Sono in attesa di trovare una panchina Donadoni e Filippo Galli, mentre hanno avuto un passato da tecnico i tre mitici olandesi Gullit, Van Basten (oggi ambasciatore Uefa) e Rijkaard. In questo senso, il più vincente è stato Frank nell’esperienza blaugrana, ma dal 2013 non è più operativo (ha allenato l’Arabia Saudita come ultima attività) e s’è ritirato a vita privata. Come Colombo, che non allena più e pilota aerei ultraleggeri. Gullit è attualmente opinionista, come Costacurta, Giovanni Galli e Virdis. Maldini è dirigente del Milan, Baresi “brand ambassador” rossonero.


Link ufficiale: gazzetta.it