Milan, a Parma rischia Bakayoko. Kessie in campo


Tiemou

Tiemou Bakayoko. Getty

E se dopo la gaffe della maglia di Acerbi esibita sotto la curva, e dopo che le attenzioni si erano concentrate sul recidivo Kessie, a star fuori fosse Bakayoko? La possibilit, a quarantotto ore dalla partita di Parma, concreta. Va chiarito subito: non c’entrano i motivi disciplinari, anche se Rino non aveva gradito la perdita di tempo social, ma tecnici. Dopo la trasferta di sabato il Milan si giocher la finale di Coppa Italia nel secondo atto con la Lazio. Bakayoko pu tranquillamente sostenere due gare in cinque giorni ma le domande sono legittime: nell’ultimo mese ha gi giocato cinque partite da 90’ e il rischio di stanchezza c’. E con un giocatore che ha nella fisicit il proprio punto di forza inutile rischiare. Anche perch c’ Biglia che nello stesso ruolo offre garanzie.


I VIDEO DI GAZZETTA TV

KESSIE GIOCA
Dunque non stata la figuraccia (o il semplice sfott, dipende dal punto d’osservazione) a porre il dubbio a Gattuso: quando Rino dice di allenarsi di pi e stare meno on-line si rivolge a lui come a tutti gli altri. Vero che il caso dei minuti finali di Milan-Lazio era nato da un suo invito social ad Acerbi, ma anche vero che Bakayoko era stato fino a quel punto impeccabile. E se aveva usato i social era stato solo per celebrare i migliori momenti del Milan e per congratularsi con i compagni: a Piatek, su Twitter, invia un sacco di cuoricini… Invece ci sar il recidivo Kessie, su cui si era concentrata l’attenzione maggiore: in un buon momento e nel suo ruolo di interno destro non ha alternative.

 Alessandra Gozzini  

© riproduzione riservata


Link ufficiale: gazzetta.it