Milan, due ore con l’Uefa sul Fair Play Finanziario: sanzioni attese a dicembre


Paolo Scaroni, 71 anni. ANSA

Paolo Scaroni, 71 anni. ANSA

terminato l’incontro tra i vertici del Milan e l’Uefa. Nelle stanze di Nyon, il club rossonero stato capitanato dal presidente Scaroni: meeting di buon mattino con la Camera giudicante dell’Uefa per studiare una strada al fine di rientrare nei parametri del Fair Play Finanziario. La societ chiamata a rispondere del triennio 2014-2017 sotto la propriet cinese.

DIRIGENZA AL COMPLETO
Oltre a Scaroni, presenti anche Furlani e Tuil: entrambi fanno parte del Cda del Milan e arrivano dal fondo Elliot. Importante inoltre il ruolo e la presenza di Gordon Singer – responsabile dell’ufficio di Londra della Elliott Management – come elemento di garanzia della societ.


la giornata
L’udienza iniziata intorno alle 9.30 ed durata un paio d’ore. Ora l’Uefa dovr sciogliere le proprie riserve: il Milan sa di poter ricevere una multa, pure salata, e a bilancio ha messo da parte circa 18 milioni d’euro. La richiesta quella di una “sanzione disciplinare proporzionata”, e a ribadirlo anche il presidente Scaroni al termine dell’incontro: “Non sappiamo ancora le tempistiche – ha raccontato a Sky Sport -, mi auguro solo in tempi brevi. Singer? La sua presenza sempre forte e significativa”. La sentenza comunque prevista entro la fine dell’anno.

 Gasport 

© riproduzione riservata


Link ufficiale: gazzetta.it