Milan, Higuain nessuno sconto: confermate le 2 giornate


Higuain dopo l'espulsione con la Juventus. AFP

Higuain dopo l’espulsione con la Juventus. AFP

Nessuno sconto per Gonzalo Higuain: restano le due giornate di squalifica per il Pipita, che contava di scontarne soltanto una. quanto deciso negli uffici della sede della Corte d’Appello Federale di Roma, in cui l’attaccante del Milan si presentato questa mattina intorno alle 12.30 per motivare il ricorso dopo le due giornate di squalifica comminate dal Giudice Sportivo dopo l’espulsione ricevuta durante la sfida di San Siro tra Milan e Juventus dello scorso 11 novembre. L’audizione dell’attaccante argentino durata appena 15 minuti: in questo tempo, Higuain ha provato a spiegare le motivazioni che lo hanno spinto a presentare il ricorso.

la vicenda
Tutto iniziato al 38′ del secondo tempo della partita contro la Juventus quando, dopo un contrasto con Benatia, l’attaccante rossonero si visto sventolare il cartellino giallo dal direttore di gara Mazzoleni. Un’ammonizione che ha fatto andare su tutte le furie il Pipita: le sue veementi proteste contro l’arbitro hanno causato l’espulsione e una squalifica di due giornate per “comportamento irriguardoso”. Poi, l’annuncio del Milan di voler presentare ricorso chiedendo di dimezzare la squalifica da due a una giornata. Oggi la sentenza definitiva. Le due giornate restano.


 Gasport 

© riproduzione riservata


Link ufficiale: gazzetta.it