Milan, la resistenza di Gattuso: tra gli eroi azzurri 2006 è l’unico ancora in sella – La Gazzetta dello Sport


Dopo l’addio di Nesta al Perugia, tra Serie A e B soltanto Rino ha conservato il suo posto in panchina. E la riconferma al Milan non è impossibile

Campione del mondo, sì, anche di resistenza. Non erano in tanti a scommettere che Rino Gattuso sarebbe diventato l’allenatore di maggior successo tra gli azzurri che trionfarono a Berlino nel 2006. E invece l’ex mediano di quella squadra mitica è oggi di gran lunga il tecnico che ricopre l’incarico di maggior prestigio. La sua permanenza al Milan nella prossima stagione è tutt’altro che certa, anche se meno improbabile rispetto a qualche settimana fa. Ma intanto, comunque vada, Rino ha condotto in porto un’annata molto complicata sotto tutti i punti di vista, migliorando numeri (e posizione in classifica, salvo k.o. domenica a Ferrara) rispetto allo scorso campionato. È l’unico campione del mondo 2006 che allena in Italia tra Serie A e B: Nesta ha appena lasciato Perugia, durante la stagione sono “saltati” Oddo, Filippo Inzaghi e Grosso.

Cosa fanno oggi

—  

Gli eroi di Berlino, a quasi tredici anni da quell’impresa, hanno scelto carriere diverse. Dopo il ritiro di Barzagli, in attività restano ancora Buffon, Zaccardo e De Rossi. Sono diventati allenatori Cannavaro, Grosso, Gattuso, Gilardino, Nesta, Amelia, Barone, Inzaghi e Oddo, oltre a Zambrotta e Materazzi che hanno avuto panchine all’estero in questi anni. Zambrotta oggi è un dirigente, come Perrotta, Totti e Peruzzi. Sono diventati opinionisti tv Del Piero, Camoranesi, Toni e Pirlo, che però sta studiando da allenatore. Iaquinta (che ha avuto vicissitudini giudiziarie personali) non è oggi attivo nel calcio professionistico.


Link ufficiale: gazzetta.it